NOVITA' MOTOCICLISMO

La Grande Fuga e la Triumph TR6 celebrati a Londra

Uno dei film più conosciuti di Steve McQueen è senza dubbio "La grande fuga", reso celebre nell'immaginario collettivo dal salto della recinzione effettuato dalla controfigura di McQueen in sella a una Triumph TR6. Il film fu ispirato da fatti realmente accaduti e il 24 marzo si festeggerà il 75 ° anniversario di questi eventi, con una serata a scopo benefico presso il cinema Eventim Apollo di Hammersmith (Londra)

La Grande Fuga e la Triumph TR6 celebrati a Londra
Capolavoro di celluloide
La Grande Fuga è forse uno dei film più famosi di Steve Mcqueen. Basato su una storia vera, racconta di un gruppo di prigionieri americani deportati in un campo di lavoro nazista e del loro tentativo di evasione. La scena principe del film è il famoso “salto della recinzione” che McQueen (o meglio, la sua controfigura, Bud Ekins) effettuò in sella a una Triumph TR6 Trophy (nel film colorata di nero per somigliare di più alle moto della Wehrmacht). La pellicola, uscita esattamente 50 anni fa, ha consegnato l'attore americano e la moto inglese alla leggenda. Ebbene, il 24 marzo l'intero film verrà proiettato nuovamente in occasione di una serata dedicata ai protagonisti della vera grande fuga, fatto storico che ispirò gli autori di Hollywood. La serata si terrà presso il cinema Eventim Apollo di Hammersmith (Londra) e sarà trasmessa in diretta ai cinema di tutto il paese. A condurla sarà lo storico Dan Snow che, in quattro ore e mezza di programma, racconterà nel dettaglio tutti i fatti storici realmente accaduti, oltre a svelare alcuni retroscena interessanti del film: "Ricorderemo lo straordinario coraggio degli uomini che hanno partecipato alla fuga più audace della Seconda Guerra Mondiale, oltre a riportare sul grande schermo uno dei più grandi film di tutti i tempi. Sarà un'occasione davvero importante." Sarà presente anche la mitica TR6 originale, anche lei con alle spalle una storia davvero curiosa: la società di produzione cinematografica la vendette a un contadino di Norfolk, che la usò per anni per radunare le mucche al pascolo. È stata poi trovata dall'erede della fattoria nei primi anni 90, era messa male, ma la stragrande maggioranza delle sue parti è stata recuperata attraverso un'attenta opera di restauro durata quindici anni. Ora la TR6 è esposta nel museo Triumph di Hinckley e il 24 marzo "poserà" per tutti gli appassionati del film. I proventi della serata, saranno devoluti alla RAF Benevolent Fund associazione che si occupa di aiutare reduci e veterani della Royal Air Force. 





 


NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    02 Marzo 2020
    Divertenti su strada, queste Scrambler “alla moda” possono anche affrontare percorsi offroad impegnativi. Prezzi elevati
  • News
    26 Febbraio 2020
    Triumph sposterà la produzione di buona parte dei modelli in gamma negli stabilimenti di Chonbouri, in Thailandia. Già “ridotta” a solo il 10% del totale, la produzione su suolo inglese si assottiglierà ulteriormente a soli 4.500 esemplari l’anno. In compenso, è prevista una crescita nel reparto Ricerca e Sviluppo che rimarrà in Inghilterra
  • News
    20 Febbraio 2020
    La casa di Hinckley ha lanciato nuove "coperture" destinate alle moto usate in vendita presso la sua rete di concessionari ufficiali. Si tratta di una garanzia di dodici mesi, valida in tutta Europa, che copre i costi di riparazione di eventuali guasti