NOVITA' MOTOCICLISMO

La Grande Fuga e la Triumph TR6 celebrati a Londra

Uno dei film più conosciuti di Steve McQueen è senza dubbio "La grande fuga", reso celebre nell'immaginario collettivo dal salto della recinzione effettuato dalla controfigura di McQueen in sella a una Triumph TR6. Il film fu ispirato da fatti realmente accaduti e il 24 marzo si festeggerà il 75 ° anniversario di questi eventi, con una serata a scopo benefico presso il cinema Eventim Apollo di Hammersmith (Londra)

La Grande Fuga e la Triumph TR6 celebrati a Londra
Capolavoro di celluloide
La Grande Fuga è forse uno dei film più famosi di Steve Mcqueen. Basato su una storia vera, racconta di un gruppo di prigionieri americani deportati in un campo di lavoro nazista e del loro tentativo di evasione. La scena principe del film è il famoso “salto della recinzione” che McQueen (o meglio, la sua controfigura, Bud Ekins) effettuò in sella a una Triumph TR6 Trophy (nel film colorata di nero per somigliare di più alle moto della Wehrmacht). La pellicola, uscita esattamente 50 anni fa, ha consegnato l'attore americano e la moto inglese alla leggenda. Ebbene, il 24 marzo l'intero film verrà proiettato nuovamente in occasione di una serata dedicata ai protagonisti della vera grande fuga, fatto storico che ispirò gli autori di Hollywood. La serata si terrà presso il cinema Eventim Apollo di Hammersmith (Londra) e sarà trasmessa in diretta ai cinema di tutto il paese. A condurla sarà lo storico Dan Snow che, in quattro ore e mezza di programma, racconterà nel dettaglio tutti i fatti storici realmente accaduti, oltre a svelare alcuni retroscena interessanti del film: "Ricorderemo lo straordinario coraggio degli uomini che hanno partecipato alla fuga più audace della Seconda Guerra Mondiale, oltre a riportare sul grande schermo uno dei più grandi film di tutti i tempi. Sarà un'occasione davvero importante." Sarà presente anche la mitica TR6 originale, anche lei con alle spalle una storia davvero curiosa: la società di produzione cinematografica la vendette a un contadino di Norfolk, che la usò per anni per radunare le mucche al pascolo. È stata poi trovata dall'erede della fattoria nei primi anni 90, era messa male, ma la stragrande maggioranza delle sue parti è stata recuperata attraverso un'attenta opera di restauro durata quindici anni. Ora la TR6 è esposta nel museo Triumph di Hinckley e il 24 marzo "poserà" per tutti gli appassionati del film. I proventi della serata, saranno devoluti alla RAF Benevolent Fund associazione che si occupa di aiutare reduci e veterani della Royal Air Force. 





 


NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    16 Febbraio 2020
    Triumph ha presentato la versione "di mezzo" della gamma Street. La Triple R si colloca esattamente a metà tra la RS e la versione base, sfoggiando una dotazione tecnica di tutto rispetto. Il motore, pur omologato Euro 5, mantiene gli stessi 118 CV della versione 2019
  • News
    08 Febbraio 2020
    A fine anno Triumph ha presentato la nuova Tiger 900, disponibile, oltre alla base, in cinque diverse versioni. Le novità sono numerose, sia a livello ciclistico che elettronico. Anche il tre cilindri è stato migliorato e reso più performante. Eccone i prezzi di listino
  • News
    26 Gennaio 2020
    Con un annuncio congiunto, Triumph Motorcycles e Bajaj Auto India hanno ufficializzato una partnership globale e di lungo periodo. L’indiana si occuperà della distribuzione in Asia delle moto made in Hinckley e, insieme, daranno vita ad una nuova gamma di media cilindrata