NOVITA' MOTOCICLISMO

Incentivi due ruote elettriche, ora sono "partiti"

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto di attuazione degli ecobonus, entrano effettivamente in vigore le agevolazioni per l’acquisto di ciclomotori o motocicli con potenza fino a 11 kW con tecnologia elettrica o ibrida. Per ottenere il contributo fino a 3.000 euro è d’obbligo la rottamazione di un “vecchio” modello intestato al richiedente da almeno un anno

Incentivi due ruote elettriche, ora sono "partiti"
Agevolazioni pure per le wall box
Sabato 6 aprile è stata pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale che dà l’effettivo via al provvedimento di attivazione degli incentivi per favorire l’acquisto delle due ruote a batterie. Un attesa di 38 giorni rispetto alla data prevista di avvio degli ecobonus, fissata per il 1° marzo 2019, che ha generato non pochi malumori tra le associazioni di categoria e tra rivenditori, produttori e importatori. Una serie di preoccupazioni sfociata nell’appello a fare presto effettuato a inizio marzo del presidente di Confindustria ANCMA Andrea Dell’Orto, ora finalmente accolto. Dall’8 aprile, dunque, è effettivamente possibile recarsi dai concessionari e avviare le pratiche per richiedere l’agevolazione inserita nella scorsa Legge di Bilancio. Per farlo è necessario consegnare la documentazione relativa al ciclomotore o al motociclo da rottamare, obbligatorio per ottenere l'incentivo economico, che deve essere intestato al richiedente da almeno 12 mesi ed essere omologato Euro 0, Euro 1 o Euro 2. Il contributo previsto arriva fino al 30% del prezzo di listino, con un limite massimo di 3.000 euro, e viene erogato sotto forma di “sconto” direttamente dai rivenditori per l’acquisto dei modelli autorizzati a riceverlo. Si tratta di quelli appartenenti alle categorie L1e e L3e, ossia i ciclomotori elettrici o ibridi con velocità limitata a 45 km/h e le moto 125 cc equivalenti con stesse tecnologie e con potenza uguale o inferiore agli 11 kW. A titolo d’esempio, l’ecobonus consentirà di acquistare l’Askoll eS1 a 1.603 euro, l’eS3 a 2.813 euro, la Vespa Elettrica a 4.473 euro e il BMW C Evolution a 11.900 euro. Gli incentivi possono essere richiesti fino al 31 dicembre 2019 o fino all’esaurimento dei 10 milioni di euro stanziati per l’anno in corso. Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale è confermata anche la detrazione fiscale del 50%, sempre con limite massimo di 3.000 euro, per le spese sostenute per l’installazione di wall box domestiche o di colonnine per la ricarica privata come quelle condominiali. Il contributo è valido pure per sopperire eventuali spese per l’adeguamento dell’impianto elettrico per portare la potenza di erogazione fino a un massimo di 7 kW.


NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    18 Agosto 2019
    Le due moto elettriche del costruttore torinese saranno disponibili dall’anno prossimo con la nuova unità sviluppata dal reparto ricerca e sviluppo di Tacita, la T44KW. Un motore a magneti permanenti raffreddato a liquido con potenza di 44 kW e coppia massima di 100 Nm che sarà introdotto sui modelli italiani a partire dal 2020
  • Green Planet
    17 Agosto 2019
    Sono due le moto elettriche del marchio americano ormai quasi pronte al debutto nel 2020: la Zeus Radial V8 e la Hades. Differenti per il design, i due modelli condividono il "powertrain" elettrico costituito dal motore da 162 kW e con batterie da 16,8 kWh. Identico è pure il prezzo di quasi 68.000 euro: una cifra elevata ma necessaria per raccogliere i fondi necessari alle future attività di Curtiss
  • Spy
    14 Agosto 2019
    Rakesh Sharma, direttore esecutivo di Bajaj, ha annunciato che l’alleanza con KTM per lo sviluppo di moto e scooter elettrici potrebbe includere anche una modello ad elevate prestazioni che andrebbe ad affiancare la gamma "economica" allo studio per il mercato interno