NOVITA' MOTOCICLISMO

Il 15 marzo a Piacenza nasce il Moto Guzzi The Club

Piacenza saluta con orgoglio il suo primo club dedicato alle due ruote di Mandello. Nato da un’idea del musicista piacentino - e ovviamente appassionato Guzzista -  Francesco Zarbano, il Moto Guzzi The Club sarà festeggiato con la cerimonia di inaugurazione fissata per venerdì 15 marzo presso la Sala del Consiglio Comunale

Il 15 marzo  a Piacenza nasce il Moto Guzzi The Club
Moto Guzzi The Club
Dopo più di un anno di incontri, appuntamenti e propositi, prende finalmente vita a Piacenza il Moto Guzzi The Club, associazione sportiva dedicata a possessori, appassionati ed estimatori del celebre marchio di Mandello del Lario.
Organizzata per venerdì 15 marzo, la cerimonia di fondazione vedrà riunirsi i Soci Fondatori nella prestigiosa Sala del Consiglio Comunale della città per sottoscrivere l’atto costitutivo e lo statuto del nuovo moto club nazionale monomarca Guzzi.
Il progetto, nato da un’idea del musicista piacentino Francesco Zarbano, ha ben presto trovato consensi e “seguaci” che con entusiasmo hanno aderito all’iniziativa, il cui principale obiettivo è appunto quello di valorizzare la storia e la cultura del marchio. “Piacenza - ha spiegato Zabrano -  sta per celebrare una vera e propria eccellenza italiana che sin dai primi del ‘900 ad oggi ha fatto muovere milioni di nostri concittadini in tutto il Paese. Moto Guzzi non è solo una moto, è un vero e proprio mito, è la nostra quotidianità, l’amore per il bello della semplicità che riesce a dar vita ad un sogno da imitare e che diventa un simbolo”. A proposito di simboli, anche la data non è stata scelta a caso dai Fondatori, bensì voluta appositamente per celebrare ed omaggiare il 15 marzo del 1921, giorno nel quale Carlo Guzzi assieme al Cav. Emanuele Vittorio Parodi ed a suo figlio Giorgio fondarono a Genova la "Società Anonima Moto Guzzi". Per festeggiare il “compleanno” è inoltre previsto anche l’arrivo di un bel gruppo di “Guzzisti” che con orgoglio, esporranno le proprie moto, in Piazza Cavalli a partire dalle ore 10, proprio di fronte a Palazzo Mercanti, sede del Comune di Piacenza. Tra le tante “bellezze” e curiosità assolutamente da non perdere, si potranno ammirare sotto forma di salto generazionale di ben 98 anni, una rara Moto Guzzi Normale 500, (prima motocicletta costruita in serie dalla Moto Guzzi dal 1921 fino al 1924), messa a disposizione gentilmente dalla famiglia Pagani, fianco a fianco alla nuova Moto Guzzi V85 TT, (nuova nata in casa Guzzi), messa a disposizione da Automoto Torino - Zambianchi Moto, (concessionario ufficiale Moto Guzzi per Piacenza e provincia). Non solo:  grazie alla collaborazione con la Questura di Piacenza, nella persona del Questore dr. Pietro Ostuni, saranno presenti anche Moto Guzzi storiche nelle livree della Polizia di Stato, così come saranno anche presenti quelle dei Carabinieri, dei Vigili Urbani e della Croce Rossa Italiana. Poi ancora tante altre Guzzi d’epoca e moderne che raggiungeranno il centro cittadino. Alle ore 11, verrà quindi presentato ufficialmente il Moto Guzzi The Club all’interno degli spazi della Sala del Consiglio Comunale in Palazzo Mercanti con interventi da parte del Sindaco di Piacenza Avv. Patrizia Barbieri, dell’Assessore allo Sport Stefano Cavalli e del Presidente del club Zarbano.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    20 Febbraio 2019
    Dopo il Nord America tocca all’Europa: Moto Guzzi ha annunciato il prezzo della nuova V85 TT sui mercati del Vecchio Continente. Equipaggiata col bicilindrico da 850 cm3 e 80 CV, la crossover italiana sarà venduta ad una cifra inferiore ai 12.000 euro
  • Moto
    13 Febbraio 2019
    L'ultima nata della Casa di Mandello del Lario sarà a fine mese dai concessionari e già ora si possono prenotare i test ride. La TT è solo il primo modello di una nuova famiglia di Guzzi, Oberdan Bezzi non ha perso tempo e ha immaginato come potrebbero essere
  • News
    11 Febbraio 2019
    Entrata ufficialmente in produzione, la Moto Guzzi V85 TT arriverà nelle concessionarie europee entro la fine di febbraio. Gli appassionati che già si sono prenotati per i test ride hanno toccato quota 8mila, confermando così la curiosità per un modello decisamente atteso