NOVITA' MOTOCICLISMO

Guy Martin, slitta a gennaio il processo per la falsa patente

Guy Martin è sotto processo per il possesso di una patente di guida falsa e per aver mentito alle forze dell’ordine. La data della seconda udienza doveva essere il prossimo 1 luglio, ma è stata posticipata al 6 gennaio 2020

Guy Martin, slitta a gennaio il processo per la falsa patente
Guy a processo
Guy Martin è attualmente sotto processo presso la Crown Court inglese, la faccenda risale allo scorso anno, quando l'ex pilota inglese fu accusato di aver utilizzato tra il 4 dicembre 2017 e il 15 maggio 2018 una falsa patente irlandese. L’accusa arrivava dai funzionari del DVLA (Drive and Vehicle Licensing Agency, cioè l'equivalete della motorizzazione inglese) che, dopo un’analisi effettuata sulla patente di Guy, l’avevano considerata contraffatta al fine di ottenere una patente di guida valida - nel Regno Unito - per la guida di alcune particolari categorie di veicoli, tra cui i camion, di cui Martin, lo ricordiamo, è esperto ed appassionato meccanico. 
La cosa gli valse due distinti capi d’imputazione: uno per la falsificazione del documento e l’altro per aver dichiarato alla Polizia che la patente falsa fosse vera. Accuse rispetto alle quali Martin s’è detto sempre totalmente estraneo. Dopo la prima udienza, la prosecuzione del processo era fissata al 1° luglio, ma ora è arrivato un nuovo rinvio che sposta la data del processo al 6 gennaio del prossimo anno. 
Martin, 37 anni, originario di Barnetby, è stato uno dei piloti di road racing più famosi al mondo, anche se al suo palmarés manca la vittoria più ambita, quella al Tourist Trophy. Terminata la carriera ora è presentatore e commentatore tv e continua a gestire l'officina di famiglia nel North Lincolnshire. 
 


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    06 Febbraio 2020
    Le province italiane con il minor numero di bocciati all’esame pratico sono anche quelle in cui si registrano il maggior numero di sinistri. Un “paradosso” di cui sono responsabili più cause, dalla soggettività dell’esaminatore all’atteggiamento dei guidatori che, una volta patentati, diventano “campioni di distrazione”. Ma c'è anche la pista della criminalità organizzata
  • News
    03 Febbraio 2020
    Scattata a febbraio, la Brexit potrebbe portare anche modifiche ai documenti necessari alla circolazione lungo le strade della Gran Bretagna. Facciamo il punto sulla situazione attuale
  • News
    21 Gennaio 2020
    La prima udienza del processo per doping di Andrea Iannone si svolgerà il 4 febbraio, le controanalisi hanno confermato l'assunzione di steroidi anabolizzanti ma il pilota di Vasto si dichiara innocente sostenendo che l'assunzione è avvenuta, involontariamente, attraverso il cibo