NOVITA' MOTOCICLISMO

GoVolt, il quinto sharing di Milano

Sono 150 gli scooter elettrici verdi del nuovo operatore di sharing a flusso libero attivo a Milano, numero che potrebbe raddoppiare entro maggio. La condivisione avviene tramite app e consente di muoversi in città al prezzo di 0,20 euro al minuto, tariffa riducibile fino a 0,15 euro con l’acquisto dei pacchetti. L’iscrizione costa 1 euro

GoVolt, il quinto sharing di Milano
In sella al ME Scooter
Debutto a Milano per il quinto operatore di scooter sharing, GoVolt. Il nome suggerisce l’impiego di un modello a batterie, nello specifico il ME Scooter con 2,5 kW di potenza massima e 100 km di autonomia realizzato a Passirano, in provincia di Brescia. Un modello destinato a essere conosciuto nella sua tinta verde grazie ai 150 esemplari messi a disposizione dei cittadini meneghini per la condivisione a flusso libero, ossia con l’opportunità di prelevarlo e rilasciarlo dove si vuole. Gli unici limiti da rispettare sono di lasciarlo in un parcheggio pubblico consentito a moto e scooter  all’interno dell’area operativa che coincide, con qualche eccezione, alla circonvallazione esterna di Milano, oltre la quale si può circolare e sostare, ma non concludere il nolo. La condivisione avviene tramite app per smartphone con sistemi operativi iOS e Android, dal quale si effettuato pure le altre operazioni, come individuazione del ME più vicino, prenotazione con 15 minuti di anticipo,  pagamento, avvio e fine nolo. Con l’app si sblocca pure il bauletto contenente due caschi (GoVolt consente di viaggiare in due) di taglia M e XL e le cuffiette igieniche sotto casco. Prima della condivisione, però è necessario registrarsi, allegare le copie di carta d’identità e patente (AM, A1 o B) e inserire i dati della carta di credito. Le tariffe sono di 1 euro per la registrazione e di 0,20 euro al minuto per l’utilizzo, da versare anche in caso di sosta. Per risparmiare è possibile acquistare uno dei quattro pacchetti disponibili: Cadetto (9 euro per 50 minuti, pari a 0,18 euro/minuto), Navigatore (17 euro per 100 minuti), Pilota (40 euro per 250 minuti) e Ufficiale (75 euro per 500 minuti, pari a 0,15 euro/minuto). Entro maggio la flotta dovrebbe raddoppiare contribuendo a incrementare gli scooter in condivisione disponibili a Milano dai vari operatori, oggi di 1.200 unità. Un numero che entro l’estate, secondo i responsabili del Comune, raggiungerà quota 1.700.


NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    19 Giugno 2019
    Incentivi moto e scooter elettrici - Confermate le modifiche della norma sugli ecobonus per le due ruote anticipate il mese scorso che estendono le agevolazioni per l’acquisto dei veicoli elettrici anche alle moto con potenze superiori agli 11 kW e a tricicli e quadricicli. Inoltre ora è possibile rottamare anche le Euro 3. Confermati gli importi degli incentivi: 30% del prezzo di listino con limite di 3.000 euro
  • Green Planet
    24 Maggio 2019
    In discussione alla Camera un emendamento per allargare il contributo per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi anche alle moto con potenza superiore a 11 kW, a tricicli e quadricicli. Altra novità riguarda la possibilità di rottamare i mezzi Euro 3, mentre rimane invariato il valore del bonus con tetto massimo fissato a 3.000 euro
  • Green Planet
    22 Maggio 2019
    Il servizio di scooter sharing giallo-nero si arricchisce di 350 scooter elettrici per circolare a Milano a emissioni zero. I modelli sono i CUX con motore Bosch da 1,3 kW e accumulatori da 2 kWh in grado di assicurare un’autonomia fino a 70 km. Il nolo avviene tramite app per smartphone e costa 0,26 euro/minuto, ma sono attese tariffe agevolate per ridurre la spesa