NOVITA' MOTOCICLISMO

Federmoto sostiene In moto con l'Africa

L'iniziativa si propone di comperare alcuni moto taxi in otto nazioni africane e di garantire il trasporto di medicinali e del personale sanitario fino ai più remoti villaggi. Chiunque può partecipare anche sottoscrizioni minime possono essere d'aiuto per l'acquisto di benzina e per fare manutenzione ai mezzi

Federmoto sostiene In moto con l'Africa
La FMI ha deciso di patrocinare il progetto In moto con l'Africa, che vuole sostenere il lavoro dei medici in Sierra Leone e altre nazioni del continente come Uganda e Sud Sudan.
Per via della scarsità di collegamenti e della condizione delle strade, così come per il suo costo relativamente contenuto, la moto è un mezzo di trasporto molto utilizzato in Africa, sia dagli abitanti dei villaggi che dal personale sanitario che deve raggiungerli per visite, cure mediche e trasporto di medicinali.
In moto con l’Africa si propone di sostenere principalmente l’acquisto di moto-ambulanze e di garantirne l’operatività nelle nazioni africane in cui opera Medici con l’Africa – CUAMM. Inoltre si adopera per garantire ogni forma di trasporto necessaria e complementare alle due ruote.

La raccolta fondi
L'iniziativa è attiva in otto nazioni, con la Sierra Leone a rappresentare uno degli Stati più coinvolti. Il Paese dell'Africa occidentale è stato uno dei più colpiti dall'epidemia di Ebola, ma ora la situazione appare decisamente in miglioramento. La necessità di intervento nelle varie nazioni del continente rimane comunque pressante.
La sottoscrizione attivata da In moto con l'Africa ha individuato alcune azioni che sono di vitale importanza per garantire la continuità del progetto: acquistare moto, ma anche rendere disponibile l'approvvigionamento di benzina e la manutenzione. Il trasporto locale su due ruote viene sostenuto anche fornendo alle mamme dei voucher per potersi permettere il ritorno a casa dall’ospedale a bordo di un moto-taxi. Laddove le due ruote non arrivino, vengono coperti i costi dei trasporti in barca o su 4×4.

Alcuni esempi
Ecco le tariffe per tradurre l'impegno in un aiuto concreto:
6€ – un voucher per le donne che devono partorire, da usare per pagare il trasporto in ospedale o il ritorno al villaggio
15€ – un pieno per una moto in Sud Sudan
40€ – equipaggiamento di farmaci e vaccini per le campagne di cliniche mobili
80€ – un trasporto in barca in Sierra Leone quando la moto non basta
100€ – un contributo all’acquisto di una moto

Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente bancario IT40T0200812100000103368567 intestato a Opera S. Francesco Saverio – C.U.A.M.M. ONG, indicando come causale: in moto con l'Africa

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    24 Maggio 2020
    L’iniziativa è dedicata a tutti i tesserati che rinnoveranno fino al 31 maggio 2021 la copertura per i motoveicoli storici assicurati con la formula messa a punto da FMI
  • News
    19 Maggio 2020
    Il Credito Sportivo ha previsto una serie di interventi straordinari per sostenere le attività danneggiate dall’epidemia. Rivolti alle società iscritte al CONI o alla sezione parallela CIP, i finanziamenti vanno da un minimo di 3.000 fino a un massimo di 25.000 euro

  • Politica e trasporti
    07 Maggio 2020
    In una lettera indirizzata al premier Conte e ai ministri De Micheli e Spadafora, i presidenti delle due associazioni chiedono maggior attenzione all’interno comparto colpito dal lockdown e più agevolazioni all’utilizzo delle due ruote a motore