NOVITA' MOTOCICLISMO

Elena Aubry, una staffetta per ricordare tutte le vittime della strada

Oggi sabato 17 ottobre partirà da Roma la terza edizione de "le Stelle", una staffetta di biker e ciclisti che porteranno in giro per l'Italia il ricordo di tutte le vittime della strada. L'evento, organizzato da Graziella Viviano, mamma di Elena Aubry, prevederà delle staffette di biker che si succederanno fino all'arrivo, previsto il 15 novembre, sempre a Roma, in occasione della giornata mondiale in ricordo delle Vittime della Strada

Elena Aubry, una staffetta per ricordare tutte le vittime della strada
In ricordo di Elena
Il ricordo di Elena Aubry, uccisa da una buca mentre era in sella alla sua moto nel 2018, è vivo e con esso anche quello di tutte le vittime della strada che in questi anni hanno colorato di nero le statistiche sulla viabilità italiana. E per far sì che non ci si possa dimenticare di Elena e di tutti gli altri, Graziella Viviano, mamma di Elena, ha deciso di organizzare un evento (rigorosamente Covid free) con cui sensibilizzare la popolazione alle problematiche della sicurezza stradale. Giunta alla terza edizione, "Le stelle", altro non sono che biker e ciclisti che, su staffetta, porteranno in giro per l'Italia dei cuscini con disegnata una stella, in ricordo delle vittime e dell'importanza di avere strade sicure e ben tenute. L'evento prenderà il via da Roma sabato 17 ottobre e si concluderà, sempre a Roma, il 15 novembre, in occasione della Giornata in ricordo delle Vittime della Strada.
Le Stelle, ambasciatrici di luce che gireranno per l'Italia, una a Nord, una à Sud e in Sardegna, porteranno la "luce" dei nostri "caduti" delle strade e a ogni tappa verrà aggiunta una "coda" , un nastro con il nome della città visitata ed effettuato un videocollegamento in diretta sui social, in colloquio tra Graziella e i partecipanti sul posto.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    11 Luglio 2020
    Le ceneri della giovane motociclista morta due anni fa sulla via Ostiense e diventata un simbolo della pericolosità delle strade della Capitale erano state trafugate dal cimitero. Oggi torneranno a casa con un corteo di motociclisti che farà tappa dove ebbe luogo il tragico incidente