NOVITA' MOTOCICLISMO

EICMA 2021, ci sarà anche Yamaha

L’anno scorso EICma era saltata a causa della pandemia e gli appassionati avevano dovuto accontentarsi di vedere le novità su Internet e sui media, ma quest’anno la Fiera di Milano ci sarà, e ci sarà anche la Casa di Iwata. Un comunicato spiega come la decisione sia stata presa a seguito dell’avanzamento dei programmi di vaccinazione internazionali e nazionali, e del fatto che le misure di sicurezza anti-covid saranno rafforzate 

EICMA 2021, ci sarà anche Yamaha
Yamaha c’è e la conferma ufficiale è una gran bella notizia per gli organizzatori di EICMA 2021, l’Esposizione Internazionale del Ciclo Motociclo e Accessori che si terrà dal 23 al 28 novembre alla fiera di Rho-Pero a Milano. L’anno scorso era stato necessario far saltare l’evento a causa della pandemia e gli appassionati avevano dovuto accontentarsi di vedere le novità su Internet e sui media, ma quest’anno la Fiera di Milano ci sarà, e ci sarà la Casa di Iwata. Un comunicato spiega come la decisione sia stata presa a seguito del positivo avanzamento dei programmi di vaccinazione internazionali e nazionali, e del fatto che le misure di sicurezza anti-covid saranno ancora rafforzate; Proprio per questo le dimensioni dello stand Yamaha verranno ampliate rispetto a quello del 2019, così da garantire maggiore distanziamento.
«La decisione di partecipare all’EICMA non è stata facile da prendere per ovvie ragioni – ha illustrato Eric de Seynes, presidente e CEO  di Yamaha Motor Europe – . Tuttavia, dopo aver osservato la tendenza legata all'evoluzione dei COVID-19 ed essere stati rassicurati dall'organizzazione dell’Esposizione circa la possibilità di fornire un ambiente sicuro per tutti i visitatori, consentendo loro di sperimentare appieno l'evento, riteniamo che sostenere il ritorno di un evento del genere sia la scelta giusta. Grazie al respiro internazionale, EICMA ha un grande significato per il nostro settore, rappresenta un momento unico e un luogo nel quale le aziende e gli operatori possono incontrarsi per percepire la reazione dei media e dei clienti rispetto ai nuovi prodotti, mantenendo vive le relazioni e raccogliendo anche ispirazione per le tendenze future. Anche se dobbiamo ancora tornare a ciò che la maggior parte di noi considera normale, l'evento di quest'anno offre la prima opportunità agli amanti delle due ruote di vivere la propria passione in un luogo fisico e non virtualmente».

Pietro Meda: "Conferma importante"
Il presidente di EICMA Pietro Meda ha parlato di conferma molto importante e significativa per tutto il settore e per gli appassionati: "Quello con i prodotti della nostra industria è innegabilmente un rapporto fisico e sensoriale: le apprezzate e lungimiranti parole del presidente e CEO di Yamaha Motor Europe N.V. Eric de Seynes – ha commentato Meda – ci rendono molto orgogliosi, perché la loro partecipazione è basata proprio sulla volontà di incontrare nuovamente gli addetti ai lavori e la grande comunità degli appassionati in un palcoscenico unico, esclusivo, attuale e, finalmente, senza filtri. Questa è la nostra missione, EICMA è la casa di tutti e, grazie agli espositori che continuano a credere in questo appuntamento, sarà quest’anno un’opportunità per il comparto e una celebrazione delle due ruote ancora più carica di significato dopo lo stop dello scorso anno

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    16 Settembre 2021
    Yamaha ha deciso di festeggiare i suoi primi 60 anni nel Motomondiale vestendo la gamma sportiva con la livrea Anniversary, ispirata a quella dei modelli racing degli anni Sessanta. Per vederla dai concessionari non bisognerà aspettare poi tanto
  • Moto
    15 Settembre 2021
    Questa CRF190L è riservata ai mercati di Paesi orientali come Cina, India e Filippine, e quasi certamente non la vedremo mai in Europa, però è logico pensare che l’impostazione stilistica segua le nuove linee dell’azienda e dunque verrà mantenuta anche per altri modelli
  • Spy
    15 Settembre 2021
    È comparsa su internet questa immagine che mostra un nuovo modello della casa cinese. Sfoggia lo stesso stile scrambler neo-rétro della 700CL-X ed è stata omologata in Cina come 250 cm3, però è probabile che in Europa arrivi con la motorizzazione di 292 cm³