NOVITA' MOTOCICLISMO

EICMA 2019 - Honda SH 125/150i: più spazioso e sicuro

Lo scooter a ruota alta più apprezzato del mercato si rinnova per il 2020 con modifiche estetiche e tecniche di rilievo, su tutte l’ampliamento del vano sottosella portato a ben 28 litri complessivi e il controllo di trazione di serie

EICMA 2019 - Honda SH 125/150i: più spazioso e sicuro
Prova di forza
Con oltre un milione di unità vendute dal 1984 (di cui 20.000 solo lo scorso anno), la famiglia SH di Honda è senza dubbio tra le più amate da chi lo scooter lo utilizza tutti i giorni per il tragitto casa lavoro. Migliorare un best-seller non è mai facile, ma venendo incontro alle esigenze dei tanti utilizzatori di questo scooter, Honda ha messo mano ai suoi 125 e 150i per renderli ancora più versatili e comodi. Il motore è il nuovo eSP+ ("enhanced Smart Power") da 124,5 cm3 e 12,5 CV per il 125i mentre il 150 si sale a 156 cm3 con una potenza massima di 16,2 CV. Entrambi dotati del sistema Start & Stop, come da tradizione Honda fanno registrare dei consumi da record: oltre 44 km/l nel ciclo WMTC per il 125 e circa 43 km per il 150. Le prestazioni del motore sono “imbrigliate” dal controllo di trazione (disattivabile) offerto di serie, un “dettaglio” di pregio rarissimo su scooter di questa cilindrata e che rende il nuovo SH ancora di più un riferimento per la concorrenza. Altra grande novità per il 2020 riguarda il telaio che è stato completamente riprogettato, consentendo di spostare il serbatoio dalla posizione tradizionale sotto la sella, alla base della pedana. Una scelta che ha consentito così di ricavare ulteriore spazio per il vano sottosella che ora si presenta composto da due scompartimenti, uno sufficiente per un casco integrale e un altro sotto la sella del passeggero, più piccolo e dove è possibile riporre con comodità svariati oggetti. La capacità complessiva è aumentata dai 18 litri del vecchio modello fino ai 28 litri della versione 2020. A migliorare il comfort, invece, ci pensa una nuova geometria della sospensione posteriore, studiata per assorbire in maniera migliore le asperità tipiche del suolo cittadino. Rivista anche l’estetica del frontale caratterizzata da linee più tese anche dei fari. Questi ultimi ora prevedono luci full led (anche al posteriore): l’abbagliante centrale divide i doppi anabbaglianti sopra ai quali si trovano gli indicatori di direzione, mentre la sottile luce di posizione è sulla carenatura del manubrio.
Sullo scudo frontale, la presa da 12V è stata sostituita con una più pratica presa USB mentre è tutto nuovo il cruscotto LCD, che indica anche l’attivazione dello Start&Stop e del controllo di trazione. Di serie c’è sempre il sistema di accensione Smart Key che consente di attivare lo scooter tenendo la chiave comodamente in tasca e di aprire la sella e il tappo serbatoio. Chiude la dotazione il nuovo Smart-Top Box, vale a dire un comodo tasto che consente di aprire il bauletto senza usare la chiave. Il nuovo SH125/150i sarà in vendita in Italia nella sola configurazione con parabrezza, paramani e Smart-Top Box in quattro colorazioni: nero, bianco, grigio e rosso.
Cliccate qui per tutte le novità di EICMA 2019.
 


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    27 Febbraio 2020
    La Rc213V in versione 2020 non riesce a sfruttare le nuove gomme, al box Hrc corrono ai ripari rispolverando la moto 2019. Marquez testa il prototipo campione del mondo e una versione ibrida e in extremis trova il bandolo della matassa. Basterà? La spalla dell'otto volte iridato non è ancora perfetta, ma migliora di giorno in giorno
  • Notizie dalla rete
    25 Febbraio 2020
    Dal Giappone tornano le voci che vogliono in dirittura d'arrivo la Honda CB998F. Rispetto alle prime ipotesi, la nuova retrò anni Ottanta potrebbe essere equipaggiata con il quattro cilindri raffreddato a liquido della CB 1000 R. Forse sarà presentata al prossimo Motor Show di Tokyo
  • News
    22 Febbraio 2020
    MotoGP news – Fisicamente Marc Marquez non è ancora a posto e nel primo giorno di test in Qatar non h potuto dare il massimo. Lo spagnolo ha ammesso di aver avuto difficoltà nelle curve verso destra ma comunque ha concluso la giornata con una buona sesta posizione