NOVITA' MOTOCICLISMO

Eccesso di velocità "pazzo": in Danimarca costa il sequestro, in Inghilterra la pressa

In Danimarca da marzo dello scorso anno è entrata in vigore una legge che, in caso di guida sconsiderata, consente alla polizia di confiscare il veicolo con cui è stata commessa l’infrazione, sanzione alla quale si aggiungono eventualmente la revoca della patente e la reclusione

Eccesso di velocità "pazzo": in Danimarca costa il sequestro, in Inghilterra la pressa
Se avete la mano pesante forse è meglio scegliere un Paese diverso dalla Danimarca per il vostro prossimo viaggio motociclistico. Da marzo dello scorso anno è entrata in vigore una legge che in caso di guida sconsiderata consente alla polizia danese di confiscare il veicolo con cui è stata commessa l’infrazione, sanzione alla quale si aggiungono eventualmente la revoca della patente e la reclusione. Vale anche per conducenti provenienti dall’estero e vale anche nel caso in cui il veicolo non sia di proprietà della persona pizzicata a guidare follemente, ma sia stato preso a noleggio o in prestito.

I criteri della follia
Saggiamente i danesi non si sono affidati a criteri di interpretazione soggettiva per l’applicazione di una norma dalle conseguenze così gravi e hanno specificato cosa si intenda per “guida folle”.
Rientra in questa categoria chi guida a una velocità di 200 km/h o addirittura superiore, reato che prevede la sospensione della patente per tre anni e può anche essere punito con una pena detentiva. Medesime sanzioni per chi supera del 100% il limite imposto, a partire da 100 km/h, ed anche per il conducente che venga trovato con un livello di alcol nel sangue superiore al 2,0 per 1000.
I veicoli confiscati vengono poi venduti all’asta. Fanno sul serio gli scandinavi: la norma vale sia per le moto che per le auto e la polizia sta effettuando tre confische al giorno. Nei primi sei mesi dall’entrata in vigore della norma sono stati sequestrati 510 veicoli in totale, e dei 623 casi denunciati ben 586 sono stati classificati come” guida pazza”.

C’è chi le rottama
Ma c’è chi sta anche peggio: nel Northamptonshire, In Gran Bretagna, dal 31 luglio 2020 le motociclette confiscate dalla polizia finiscono in un compattatore di rottami.
Come diceva la nonna, ”chi va piano va sano e va lontano”…

 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    03 Giugno 2021
    Certamente utili dal punto di vista della sicurezza stradale - specialmente se considerati come “dissuasori” - gli Autovelox in Italia la fanno da padrone. I dati non mentono: il numero di dispositivi installati nel Bel Paese è doppio rispetto alla Germania e triplo rispetto alla Francia…
  • News
    18 Novembre 2018
    Romano Fenati è tornato a far parlare di sé, purtroppo ancora una volta in negativo. L’ascolano pare procedesse ad alta velocità in autostrada e nella sua corsa abbia superato una macchina della polizia che ha dato il via a un inseguimento. Una volta fermato, Fenati ha inveito contro gli agenti ed è scattata la denuncia
  • News
    14 Maggio 2017
    L’intero Museum Collection of Laverda, con sede a Lisse (Olanda), è stata messa in vendita dai proprietari del museo, nato a partire dalla raccolta di Cor Dees: si tratta di 81 motociclette, prodotte dal 1950 al 2000, oltre a una miriade di oggetti e memorabilia legati allo storico marchio italiano
Filtra tutti i contenuti per marca
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
IN EDICOLA
Sul numero di alVolante in edicola
Fresche di lancio già guidate
Green Planet