NOVITA' MOTOCICLISMO

Trentino: dopo i limiti per "sole moto", ecco i controlli col fonometro

Non c'è pace per i motociclisti che vogliono farsi un giretto sulle Dolomiti. Dopo i limiti ad hoc per le sole due ruote, la polizia locale ha annunciato che sulle strade verranno fatti controlli col fonometro per beccare e multare chi ha montato terminali di scarico troppo rumorosi

Trentino: dopo i limiti per "sole moto", ecco i controlli col fonometro
Occhio al sound
A quanto pare, sulle Dolomiti, i motociclisti sono "amati, ma con riserva". Dopo la notizia di qualche giorno fa dell'adozione su alcune strade di montagna di limiti ad hoc per le sole moto, soluzione a quanto dichiarato non discriminatoria ma studiata per diminuire gli incidenti (anche se il vicepresidente della provincia di Trento l'ha accolta con un poco incoraggiante: "Se vogliono correre, che vadano a Misano"), è notizia di poche ore fa che la polizia locale di Trento effettuerà controlli a tappeto anche con il fonometro. Previste multe salate, dunque, per chi verrà sorpreso a girare con un terminale di scarico rumoroso oltre la soglia consentita: "Viste le numerose segnalazioni, per assicurare la serenità di residenti ed ospiti, i controlli della circolazione, coordinati sul territorio dalla Questura di Trento, con particolare riferimento ai motocicli, sono mirati anche alla repressione dei rumori molesti”. Queste le parole riportate in un comunicato stampa diffuso dalla Polizia Locale, che prosegue: “L'obiettivo è in particolare quello di identificare i veicoli che hanno subito modifiche illegali".
Insomma, se pensate di farvi un giretto sui passi dolomitici e avete modificato la vostra moto con uno scarico aftermarket, ricordate di girare sempre con il DB-Killer in sede e, soprattutto, non dimenticate di allegare ai documenti della moto anche il certificato di omologazione dello scarico: sarà fondamentale esibirlo in caso di un eventuale controllo.

 

 



NOTIZIE CORRELATE