NOVITA' MOTOCICLISMO

Decreto Milleproroghe 2020: assicurazione famigliare rinviata a febbraio

Con la firma del Presidente della Repubblica il decreto Milleproroghe è entrato in vigore, tra le norme che ci interessano c'è lo slittamento della RC auto famigliare che sarà operativa dal 16 febbraio. Immutata invece la norma su revoca delle concessioni autostradali e gestione Anas

Decreto Milleproroghe 2020: assicurazione famigliare rinviata a febbraio
Milleproproghe
Nuovamente ed ulteriormente rivisto a pochi giorni dalla fine dell’anno, il decreto Milleproroghe da poco approvato, porta con sé alcune modifiche rispetto a quanto precedentemente deciso. Tra queste, la più significativa, almeno per ciò che concerne le due e le quattro ruote, è quella relativa all’entrata in vigore della cosiddetta Rc auto “familiare”, posticipata di qualche settimana al 16 di febbraio del nuovo anno.
La formula, lo ricordiamo, prevede la possibilità di assicurare tutti i mezzi del nucleo familiare con la classe di merito più conveniente. Se - ad esempio - in una famiglia si ha la disponibilità di un veicolo assicurato in prima classe, tutti gli altri componenti del nucleo familiare potranno fruire della prima classe su qualsiasi altro veicolo, anche moto e scooter, anche se già assicurati e con classi di merito meno favorevoli, compresa la 14esima.
Resta invece immutata la contestata norma su Autostrade: “in caso di revoca, di decadenza o di risoluzione di concessioni di strade o di autostrade” si legge infatti nel testo, in attesa del nuovo affidamento, può assumerne la gestione l’Anas. Nel dettaglio, come riportato dal Corriere della Sera, se lo stop alla concessione dovesse derivare da un inadempimento, al concessionario spetterebbe “solo” il “valore delle opere realizzate, al netto degli ammortamenti" e questo anche nel caso in cui vi siano norme precedenti che stabilivano altro, perché sono "da intendersi come nulle”.


NOTIZIE CORRELATE
  • Notizie dalla rete
    17 Febbraio 2020
    Secondo un'indagine di Facile.it è la telefonia mobile l’ambito nel quale gli italiani sono stati maggiormente truffati, ma al quinto posto troviamo anche le Rc Auto. Ben 8,3 milioni gli italiani che hanno subito una truffa nel 2019 
  • News
    28 Settembre 2019
    Il 2019 sembra essere un anno d'oro per la RC Auto, almeno secondo l'stituto di vigilanza IVASS: grazie a sconti e tariffe ridotte, i premi risultano sono tra i più bassi degli ultimi 7 anni. L'89% delle polizze è venduta con un ribasso di circa il 34%
  • Industria e finanza
    19 Dicembre 2017
    Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, Poste Italiane ha chiesto ad Ania, l‘associazione delle imprese assicuratrici, di acquisire la banca dati sul rischio di incidenti auto in Italia, informazioni necessarie per mettere a punto i prezzi di polizze RC