NOVITA' MOTOCICLISMO

Dakar 2021, tappa 10: Cornejo ko, Brabec rimonta

Quel che 24 ore fa sembrava una situazione favorevole per Ignacio Cornejo, oggi si trasforma in una disfatta. Il cileno della Honda cade e si ritira, ma la Casa giapponese resta in corsa per la vittoria con Ricky Brabec trionfatore di giornata e Kevin Benavides nuovo leader. Sam Sunderland su KTM è sempre in agguato

Dakar 2021, tappa 10: Cornejo ko, Brabec rimonta
Finale agrodolce per Honda
La Dakar 2021 continua a sorprendere. A farne le spese, oggi, il pilota Honda Ignacio Cornejo che, da leader della generale con un vantaggio di 11’24’’, ha dovuto incassare una grandissima delusione e abbandonare una gara che avrebbe potuto forse vincere.
La decima tappa si è consumata da Neom ad AlUla, con 241 chilometri di trasferimento e 342 di speciale, con una navigazione impegnativa.
Oggi al via erano quattro i piloti Honda nella top 5, con Sam Sunderland sull’unica KTM rimasta nella parte alta della classifica. Una situazione favorevole ma che non è bastata a scongiurare l’imprevedibile: il leader dell’assoluta Cornejo è caduto al chilometro 252 riportando delle importanti contusioni. Il cileno, tuttavia, ha proseguito portando a termine la prova, ma all’arrivo era in stato confusionale e lo staff medico lo ha trasferito in ospedale per accertamenti, con conseguente ritiro.
Amare le sue parole: “Ho fallito nella mia missione. Oggi ho avuto una caduta molto pesante che mi ha lasciato incosciente per qualche minuto, sono riuscito a risalire in sella, ma molto lentamente e con la moto tutta piegata. Ho raggiunto il traguardo della tappa 10, ma mi sento come se fossi stato investito da un treno. Non mi resta altro da fare che ringraziare tutti. Eravamo così vicini al grande sogno... rimarrà un lavoro incompiuto”.
Ma, per un Cornejo che esce di scena, altri tre piloti Honda hanno dominato la scena prendendosi il podio di giornata. Ricky Brabec il più veloce, seguito da Joan Barreda e Kevin Benavides, rispettivamente a 3’15’’ e 5’11’’ dal compagno. Una situazione simile anche nella generale, che ora vede in cima l’argentino, seguito a soli 51’’ dal campione in carica, con lo spagnolo, invece, al 4º posto dopo Sunderland. Nonostante Honda sia ancora in testa, il britannico si trova a soli 10’36’’ da Benavides, quindi decisamente a portata di vittoria.
“Sono sicuro che Nacho sentiva molta pressione, perché condurre una Dakar non è facile” commenta Brabec. “Non si tratta nemmeno di pressione da parte del team, quanto di pressione che ti metti addosso da solo. È un ragazzo giovane eppure ha guidato davvero bene fino ad oggi sorprendendo tutti, direi che è il miglior navigatore del rally. Nella nostra squadra siamo tutti qui per vincere, questo è il nostro bello e non ci saranno ordini di team.”
Primissime posizioni a parte, nella classifica generale i piloti stanno lottando per aggiudicarsi la top 5, con Skyler Howes che oggi ha sorpassato Daniel Sanders. L’americano si è portato a casa il 4º tempo di tappa, salendo al 5º posto assoluto seguito dall’australiano, entrambi su KTM. Chiudono la top 10 Lorenzo Santolino su Sherco, Pablo Quintanilla e Adrien Van Beveren, ultimi rappresentanti rimasti in gara per Husqvarna e Yamaha e, al 10º posto, Stefan Svitko su KTM.
Dopo il ritiro di Maurizio Gerini su Husqvarna, Cesare Zacchetti su KTM è il migliore con il 40º tempo sia di tappa sia di generale, che lo porta in 7ª posizione tra i piloti iscritti alla categoria senza assistenza Original by Motul.
Classifica tappa 10: 1. Brabec (Honda) 3.12’33’’ - 2. Barreda (Honda) +3’15’’ - 3. Benavides (Honda) +5’11’’ - 4. Howes (KTM) +5’48’’ - 5. Walkner (KTM) +5’56’’ - 6. Sanders (KTM) +9’07’’ - 7. Van Beveren (Yamaha) +11’09’’ - 8. Sunderland (KYM) +12’37’’ - 9. Santolino (Sherco) +15’08’’ - 10. Rodrigues (Hero) +16’24’’
Classifica generale dopo tappa 10: 1. Benavides (Honda)40.20’08’’ - 2. Brabec (Honda) +0’51’’ - 3. Sunderland (KYM) +10’36’’ - 4. Barreda (Honda) +15’40’’ - 5. Howes (KTM) +29’38’’ - 6. Sanders (KTM) +30’55’’ - 7. Santolino (Sherco) +40’41’’ - 8. Quintanilla (Husqvarna) +1.04’02’’  9. Van Beveren (Yamaha) +1.12’22’’ - 10. Svitko (KTM) +1.16’19’’

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    21 Gennaio 2021
    Lo slovacco, pilota di grande esperienza, ha corso una gara intelligente, guadagnando sempre posizioni. Quindicesimo al termine della prima tappa, nella seconda parte del rally è entrato in top ten senza più uscirne e ha portato al traguardo anche un po' di Italia
  • News
    17 Gennaio 2021
    Il 32enne argeentino corre nei rally solo dal 2015. Martino Bianchi lo portò nel team ufficiale Honda, dopo un ottimo debutto alla Dakar, concluso al quarto posto. L'anno scorso il pilota di Salta era stato messo fuori gioco dalla rottura del motore, quest'anno è stato molto costante e veloce quando serviva. Ha vinto il "derby" con il cileno Cornejo ed ha avuto fortuna a non farsi male con una caduta nella quinta tappa
  • News
    15 Gennaio 2021
    I giapponesi vincono per la seconda volta consecutiva il rally più importante al mondo nell'anno del disastro nella MotoGP, con Marquez fuori gioco e una CBR 1000 RR-R ancora lontana dal successo in SBK. KTM si impone per tre volte in MotoGP, ma alla Dakar viene ancora battuta dai rivali. La pista è una distrazione? Solo Yamaha è coerente, ma in negativo: i problemi di affidabilità hanno colpito tanto la M1 quanto la 450 da rally