NOVITA' MOTOCICLISMO

ANCMA, mercato bici: i numeri sono ottimi

La costante crescita del bikesharing non influisce negativamente sul mercato delle due ruote a pedali. I dati diffusi da ANCMA parlano di 1,5 milioni di biciclette vendute, con le E-bike in particolare che crescono del 16,8% grazie ai 173.000 pezzi registrati nel corso dell'anno

ANCMA, mercato bici: i numeri sono ottimi
Mercato bici
Le due ruote - anche a pedali - vanno alla grande: guardando alla sharing economy, la crescita di bikesharing a postazione fissa e free floating è cresciuta solo nel 2017 del + 147% totalizzando su tutto il territorio una flotta di circa 40mila mezzi. Ciò non toglie tuttavia il desiderio di acquisto degli italiani: stando ai numeri diffusi da ANCMA, infatti, le biciclette vendute nel 2018 hanno toccato quota 1.595.000 e, malgrado una flessione del 5,5% del volume di vendite complessivo sull’anno precedente, l’industria italiana di riferimento si conferma un’eccellenza. A pochi giorni dalla partenza del Giro d’Italia 2019, la fotografia annuale scattata dall’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, descrive infatti una produzione pressoché invariata, che si attesta su oltre 2.445.000 di pezzi, e una bilancia commerciale che fa segnare un più 43milioni di euro sul 2017. Sul fronte del mercato interno il segno meno interessa principalmente la bicicletta tradizionale (-7,6%), mentre continuano a crescere in maniera significativa le E-Bike che, dopo l’incremento a doppia cifra dell’anno scorso, fanno segnare nuovamente un +16,8%, con 173.000 pezzi venduti. Anche la produzione, grazie all’introduzione dei dazi antidumping Ue sulla concorrenza sleale delle biciclette elettriche provenienti dalla Cina, vola a 102.000 pezzi, il 290% in più rispetto al 2017. Numeri importanti che si riflettono sull’export delle bici a pedalata assistita, che nel 2018 raggiunge un valore di 42 milioni di euro, più 300% sull’anno precedente. Le esportazioni complessive (bici tradizionali ed E-Bike), nonostante un calo nei volumi (da 1.556.000 nel 2017 a 1.363.000) si attestano invece su 183 milioni di euro, confermando il valore che il comparto continua a produrre in termini di qualità, riconoscibilità nel mondo, avanguardia delle soluzioni tecniche e design.
Sottolineando “il grande potenziale di sviluppo ulteriore del comparto e di tutta la filiera collegata ad esso”, il presidente Andrea Dell’Orto ha così commentato i dati di cui sopra: “Investire di più e meglio sulla cultura della bicicletta, sulle infrastrutture ciclabili e la promozione del cicloturismo nel nostro Paese può creare opportunità di crescita molto importati. L’industria di riferimento è pronta a fare la propria parte e sta dimostrando grande dinamismo e lungimiranza, ma al Governo e alle Istituzioni locali chiediamo uno sforzo in questa direzione, perché le ricadute economiche e occupazionali possono essere molto rilevanti”.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    20 Giugno 2019
    MotoGP news – Qualche settimana fa sembrava possibile il debutto di Alex Marquez nella categoria regina e invece pare che il fratello del campione del mondo resterà in Moto2. Il team Pramac confermerà Jack Miller e a questo punto è praticamente certo il rinnovo di Ducati con Danilo Petrucci
  • News
    11 Giugno 2019
    SBK news – In Superbike si sono aperti i giochi del mercato piloti. Honda pare non abbia intenzione di proseguire con Camier e Kiyonari e sarebbe interessata ad avere Zarco, mentre Bautista non ha ancora rinnovato con Ducati
  • News
    20 Maggio 2019
    Buone notizie da Ducati: la Casa di Borgo Panigale ha chiuso il primo trimestre del 2019 con un +5% di vendite rispetto allo stesso periodo del 2018. Numeri che confermano il trend positivo cominciato - tra alti e bassi -  già nel 2015