NOVITA' MOTOCICLISMO

Con Bad Bike tra dinosauri e vulcani

Sabato 18 maggio i possessori delle e-bike fat napoletane si ritroveranno per un raduno nelle terre flegree. In programma una pedalata fino alla Riserva Naturale Oasi WWF Cratere degli Astroni e sulle spiagge del litorale per sfidarsi in prove di abilità. La giornata si concluderà con musica rock, balli e specialità locali

Con Bad Bike tra dinosauri e vulcani
Una Jamboree nei Campi Flegrei
Sono 40 i ciclisti “elettrici” attesi al terzo raduno Jamboree organizzato da Bad Bike, il produttore di bici a pedalata assistita napoletano specializzato nei cicli fat. L’incontro, in programma il 18 maggio con partenza alle ore 9 dalla sede Bad Bike di Agnano, prevede una pedalata tra i Campi Flegrei, zona di origine vulcanica situata nel golfo di Pozzuoli con destinazione il Cratere degli Astroni, un vulcano spento, oggi divenuto un’affascinante riserva WWF con tre laghetti e una ricca vegetazione adornata di canne, giunchi, tife e salici. A fare compagnia ai partecipanti, però, saranno i trenta dinosauri “in carne e ossa” della mostra che racconta la loro storia iniziata nel lontano Paleozoico. Sfuggiti dalle fauci dei dinosauri si prosegue verso il mare per una pedalata sulla spiaggia sfruttando le ruote extralarge della gamma “fst” costituita da una decina di modelli, dalle piccole Bat e Bad alla custom Beach alla sofisticata Evo motorizzata dal kit Polini E-P3. Sul litorale sono previste diverse prove di abilità e “sfide” all’insegna del divertimento, utili per stuzzicare l’appetito prima del pranzo alla tenuta Convivium di Cuma e dei balli rock in compagnia del gruppo musicale Barabba. Alla fine i partecipanti percorreranno 25 km, "spalmati" in un'intera giornata, fino al tardo pomeriggio. “L’obiettivo dell’iniziativa è scoprire le bellezze del territorio flegreo e trascorrere una giornata in compagnia, a bordo di quelli che possono essere considerati come i mezzi di trasporto del presente e del futuro, ha dichiarato Maurizio Papa, fondatore Bad Bike. “Pedalare nei Campi Flegrei in e-bike vuol dire scoprirne i segreti e assaporarne i profumi. In questo modo si facilita, inoltre, l’incontro tra persone e aumenta il senso di appartenenza. Insomma, è un’occasione per vivere una giornata tra sport, salute, ambiente e turismo”.


NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    11 Agosto 2019
    Sono sei le principali novità elettriche per la prossima stagione sviluppate dal produttore veneto, la più rilevante che riguarda il debutto nel settore gravel con la BE85 Merak con kit ETR 3. Inedite sono pure la e-road BE95 Pulsar, le versioni Evo con batterie da 630 Wh delle MTB full BE35 e BE36 e le trekking BE23 e BE24 con sistema Shimano Steps E-5000
  • Green Planet
    14 Luglio 2019
    Delle molte novità attese per la prossima stagione, KTM ha anticipato due e-bike biammortizzate pensate per divertirsi nella natura, entrambe con kit Bosch Performance CX. La Macina Prower è più estrema e ha sospensioni da 180/170 mm e dotazione di alto di gamma. La  Macina Kapoho Ltd ha linee più classiche e un listino più accessibile
  • Green Planet
    12 Luglio 2019
    La prima eRoad del marchio del “Cuore Rosso” è concepita seguendo le tecniche costruttive che hanno reso celebri nel mondo le bici da corsa muscolari De Rosa. Motorizzata con un kit “invisibile”, il Bafang M 800, con motore nel movimento centrale e batterie da 250 Wh integrate nel tubo obliquo. Ha un’autonomia di 80 km e un peso di appena 12 kg