NOVITA' MOTOCICLISMO

Caschi moto: nuova omologazione ECE 22.06, quali le novità?

Si parla da anni in sede europea di una revisione delle normative che regolamentano l’omologazione dei caschi, le discussioni stanno andando avanti ma ancora non c’è nulla di certo, anche per quanto riguarda i tempi di approvazione. Facciamo il punto su quelle che potrebbero essere le novità più importanti 

Caschi moto: nuova omologazione ECE 22.06, quali le novità?
Si discute della ECE 22.06
Attualmente tutti i caschi vengono omologati secondo la normativa ECE 22.05 che risale a due decenni fa, per questo da tempo si discute in sede europea di una sua evoluzione. I lavori stanno andando avanti per mettere a punto la sesta versione del regolamento n° 22, o più semplicemente la certificazione ECE 22.06. Mettiamo subito in chiaro che la ECE 22.06 non è ancora stata approvata, in teoria questa nuova regolamentazione avrebbe dovuto iniziare l’ter di approvazione il prossimo giugno, ma vista l’attuale situazione sanitaria tutto fa pensare che la sua discussione possa essere rimandata.
Vediamo però quali sono le novità che potrebbero essere introdotte con la ECE 22.06.
- Si terrà conto anche dei danni provocati dai cosiddetti “urti rotazionali” cioè l’energia che vene trasmetta alla testa quando ruota velocemente e si ferma all’improvviso: l’accelerazione rotazionale può causare al tessuto cerebrale vati tipi di lesioni. Quindi oltre ai classici test con impatti lineari si valuteranno anche le rotazioni.
- I test di omologazione si faranno ad alta e bassa velocità e si terrà conto della resistenza all’abrasione.
- Cambieranno anche i test per le visiere che dovranno essere in grado di resistere all’impatto con biglie d’acciaio lanciate ad alta velocità.
- Arriveranno test anche per gli accessori (un esempio su tutti gli interfoni) che saranno omologati insieme al casco. Gli accessori dovranno essere omologati per ogni modello casco, se il produttore monterà accessori non omologati per quello specifico modello di casco perderà l’omologazione. Resta da capire cosa succederà ai produttori di accessori generici: saranno costretti ad omologazioni multiple? E i motociclisti che montassero accessori non omologati rischieranno multe, sanzioni e anche problemi con le assicurazioni? Questo è senza dubbio uno dei punti più delicati.
-  Le visiere fumé al momento si possono utilizzare se hanno una “trasparenza” del 50%, questo limite potrebbe scendere al 35% ma con l’obbligo di utilizzare questi particolari solo di giorno.

Quando il nuovo sistema di omologazione sarà approvato definitivamente (date certe, lo ribadiamo al momento non ce ne sono), i produttori avranno 3 anni per mettersi in regola. La nuova procedura sarà decisamente più impegnativa e quindi costosa, ma di converso aumenterà sicurezza e qualità dei prodotti.


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    26 Marzo 2020
    Coronavirus, con il decreto del 22 marzo è entrato in vigore anche il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti. Nel nuovo modulo il dichiarante deve indicare oltre alla residenza anche il domicilio se sono differenti, una modifica necessaria per evitare i ritorni in massa al Sud Italia dal Nord
  • News
    25 Marzo 2020
    Le regioni di Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte hanno deciso di posticipare il pagamento dei bolli auto e moto in scadenza nei mesi di marzo e aprile. Dopo di loro, quasi sicuramente seguiranno anche le altre ammistrazioni regionali d'Italia
  • News
    20 Marzo 2020
    I provvedimenti emanati nel corso dell’emergenza coronavirus, hanno previsto misure che incidono sensibilmente sul nostro modo di vivere, sono parecchie anche le disposizioni che coinvolgono i motociclisti, ecco 10 cose che bisogna assolutamente sapere