NOVITA' MOTOCICLISMO

Elezioni: CasaPound propone il “Motociclismo Eroico”

Tra partiti e movimenti vari, esiste qualcuno che parli seriamente di moto e mobilità? Dopo lunghe ricerche, abbiamo scoperto che c'è chi ha addirittura un motoclub ufficiale che si occupa di raduni, viaggi e fuoristrada: si tratta delle Scuderie 7punto1 di CasaPound, il movimento di estrema destra "sdoganato" da Beppe Grillo. Se altri movimenti hanno qualcosa di simile, si facciano avanti: parleremo anche di loro!

Elezioni: CasaPound propone il “Motociclismo Eroico”

Moto e politica?

Siamo alla vigilia delle elezioni e come molti di voi, abbiamo cercato all'interno delle varie proposte politiche qualche schieramento che parlasse di moto, mobilità, insomma delle cose che ci piacciono e di cui si occupa inSella.it.
Abbiamo cercato, cercato ma... nulla.
Poi un giorno è salatto fuori che qualcuno parlava di moto, ma si trattava di un gruppo molto discusso: CasaPound Italia.
Nelle ultime settimane si è parlato molto di questo movimento politico di estrema destra, soprattutto dopo che è stato citato da Beppe Grillo in un comizio “i ragazzi di CasaPound hanno idee condivisibili”.
A noi la politica non interessa, nel senso che non intendiamo schierarci: ciascuno la pensa come vuole.
Però la curiosità di scoprire cosa facesse di motociclistico CasaPound c'era... e così abbiamo raccolto le informazioni che vi passiamo.
E ovviamente siamo a disposizione per parlare di chiunque altro parli di moto e politica: sinistra, centro, destra, c'è spazio per tutti.

Un motoclub per viaggiare e andare fuoristrada  

Il club motociclistico di CasaPound si chiama Scuderie 7punto1.
L’obiettivo del club è condividere la passione per la moto attraverso giri e viaggi a livello regionale/interregionale, attività sociali (in collaborazione con altre associazioni del circuito di CasaPound Italia) e promuovere la sicurezza stradale dei motociclisti.
Attualmente sono attive poche sezioni: Sezione nazionale+Marche (Ascoli Piceno), Trentino Alto Adige (Bolzano), Lombardia (Milano), Toscana (Firenze), Lazio (Roma), Puglia (Lecce e Barletta). Altre dovrebbero nascere nel 2013.
Tra gli eventi nazionali finora organizzati (uno all’anno) da ricordare il primo raduno in occasione della festa nazionale di CPI ad Area 19 - Roma , la Targa 150 (Motostaffetta per l'Unità d'Italia) e la Targa Tortuga (una “motocaccia al tesoro” in Toscana).
All’interno del club esistono le “divisioni”, gruppi specializzati in turismo e in fuoristrada.
Per il turismo esiste la Divisione Motociclismo Eroico che organizza eventi “estremi” come la Targa NordKapp: da Bari a Capo Nord con divagazione nell'est Europa, 13mila chilometri con tre Monster vecchio modello ed una Multistrada. Tutto autofinanziato, nessun tipo di assistenza esterna.
Nel futuro della Divisione ''eroica'' un viaggio in direzione sud, ancora più ambizioso di quello a Capo Nord. Un’avventura su strade militari con mezzi vari per gente dotata di spirito (avventuroso, di adattamento, goliardico…) compresi vespisti e lambrettisti (numerosi a Lecce e Verona).
La Divisione Fuoristrada al momento è un po’ ferma, si occupa più che altro di collaborare al viaggio a Sud. Anche perché il responsabile della divisione ha tradito il tassello per una CBR e si è rotto un ginocchio scivolando sull’asfalto…
Per info: scuderie@7punto1.org
L'iscrizione alle Scuderie 7punto1 è aperta a tutti (anche non iscritti a CasaPound) e costa 15 euro. Cliccate qui per saperne di più.


COMMENTI
Ritratto di da gio
21 Febbraio 2013 ore 11:52
Ma di cosa stiamo parlando!?! Degli stessi simpaticoni goliardici, che per puro divertimento sono vagamente xenofobi, neofascisti e che amano, ma sempre per pura goliardia, esporre saluti romani, svastiche e croci celtiche? Interessante, ma mi chiedo: quando si incrociano tra loro, fanno il classico lampeggio e il segno con la mano sinistra, oppure, si alzano in piedi sulla moto e facendo il saluto romano gridano "a noi"? Su "In Sella", fai da bravina, pensarci un pò prima di pubblicare motociclisti goliardici come CasaPound? No? E poi, Grillo cosa e chi dovrebbe sdoganare?
Ritratto di Giorgino
21 Febbraio 2013 ore 14:13
ricerca molto interessante, onestamente non sento l'imminenza di votare un partito che si propone di ridar vita all'associazionismo dopo lavoro come accadeva nel ventennio per tenere sotto controllo le vite private dei cittadini...forse attenzione ai motociclisti vorrebbe dire manutenzione delle strade, sicurezza sulle strade, abbassare le tasse su assicurazioni e bollo. Per le gite domenicali non c'è bisogno di associazioni neo fasciste, gli amici sono molto meglio.
Ritratto di eddy78
eddy78 Ducati Monster 696 + 2010
21 Febbraio 2013 ore 18:43
Brava inSella...di questi tempi è un gesto eroico andare oltre e avere il coraggio di parlare di un motoclub del genere...bravi.
Ritratto di Scuderie7PUNTO1
26 Febbraio 2013 ore 15:45
Intervengo brevemente in qualità di coordinatore nazionale delle Scuderie 7PUNTO1-Motoclub CasaPound Italia. Prima di tutto vorrei fare una precisazione: ognuno è libero di pensarla come vuole, ma nessuno ha diritto di mistificare la realtà. CasaPound Italia non è un movimento razzista o xenofobo e 7PUNTO1 non nasce per fare politica attiva, ma come Motoclub aperto tutti, all'interno del circuito delle molte associazioni che fanno capo a Cpi. Mi stupisco quindi per il clamore e talvolta il livore di certi commenti, che credo siano dovuti per lo più al fatto che di Cpi si parla per sentito dire e raramente dopo aver cercato di capire davvero di cosa si tratti. Per questo ringrazio inSella, che in modo laico e con una curiosità autentica si è voluta occupare della nostra associazione. Per il resto, vorrei tranquillizzare tutti: non siamo alieni, siamo motociclisti, andiamo in moto per pura passione e continueremo a farlo. E se a qualcuno non sta bene, problemi suoi. Per il coordinamento nazionale, Giacomo Trezzi
NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    09 Dicembre 2016
    A fine anno termina il mandato dell’attuale presidente della Federazione motociclistica italiana (Fmi), Paolo Sesti; l’11 dicembre sono in programma le elezioni per scegliere il suo successore alla guida della federazione, ruolo cui sono in lizza tre candidati: Giovanni Copioli, Fabio Larceri e Andrea Vignozzi
  • News
    22 Febbraio 2013
    In questo ultimo giorno di campagna elettorale, vale la pena di leggere la "lettera aperta" inviata dal Coordinamento Italiano Motociclisti ai candidati di tutte le forze politiche per segnalare la necessità di azioni concrete a favore delle due ruote. Quante di queste azioni sono nei programmi che andremo a votare?