NOVITA' MOTOCICLISMO

Calendario MotoGP 2020, salta anche Barcellona

Il GP di Catalunya sarà spostato più avanti: lo ha dichiarato Gerard Figueras, responsabile dello sport per il governo catalano. I prototipi avrebbero dovuto gareggiare il 7 giugno e a questo punto anche il destino del Mugello sembra segnato. Sachsenring e Assen resisteranno?

Calendario MotoGP 2020, salta anche Barcellona
Le gare di Jerez e Le Mans sono già ufficialmente state spostate a data da destinarsi, ma anche il gran premio di Catalunya, al momento in calendario per il weekend del 5-7 giugno, non sarà disputato nello slot previsto. La comunicazione non arriva da Dorna, ma è stato Gerard Figueras, direttore generale degli sport della comunità catalana (sostanzialmente il ministro dello sport del governo della regione) a dare l'annuncio.

Decisione da ufficializzare
La dichiarazione è arrivata nel corso di un'intervista al giornale L'Esportiu, quotidiano sportivo catalano: “Né il gran premio di Spagna di Formula1 né il gran premio di Catalunya di motociclismo, i due grandi eventi in calendario sul circuito del Montmelò, si potranno disputare nelle date previste. In questo momento non è stata presa la decisione di cancellare le due gare, perché abbiamo ancora la speranza di poterle riprogrammarle in calendario”. La decisione per le quattro ruote è ufficiale, con la gara che si sarebbe dovuta disputare il 10 maggio. Un mese in più non basterà comunque per salvare le moto dallo spostamento, sempre che non si debba cancellarli entrambi. Il Coronavirus in Spagna d'altronde sta colpendo in maniera molto dura, con il numero di contagi che ha superato l'Italia arrivando a oltre 126mila e i morti a quasi 12mila.

Il domino dei calendari
In questo fine settimana al Montmelò si sarebbe dovuta disputare la 4 ore di Barcellona, prova valida per la Le Mans Series. L'evento di granturismo è stato spostato al 29 agosto. Ragioni di calendario hanno portato gli organizzatori a calendarizzare la gara verso la fine dell'estate, e non è detto che per la MotoGP si debba aspettare tanto a lungo. Ogni previsione in merito al momento comunque è impossibile: sicuramente anche il gp del Mugello, che  andrebbe corso il 31 maggio, ha più possibilità di venire spostato che di essere disputato nelle date originali. Anche se l'idea di aprire la stagione con il Gran Premio d'Italia sarebbe suggestiva e simbolica allo stesso tempo, la realtà sembra suggerire che anche tutto giugno possa essere a rischio. Già aprire la stagione il 21 giugno in Germania al Sachsenring piuttosto che la settimana seguente in Olanda ad Assen sarebbe da salutare come una grande vittoria per tutti.

 



NOTIZIE CORRELATE