NOVITA' MOTOCICLISMO

Bosch per la sicurezza dei veicoli elettrici

In caso di incidente la presenza delle batterie dei mezzi a zero emissioni può creare situazioni di pericolo come l’incendio e l’esplosione, ma pure provocare scosse a occupanti e al personale di primo soccorso. Per scongiurare tali rischi Bosch ha messo a punto dei sistemi di sicurezza che evitano lo shock elettrico in caso d’urto scongiurando gravi conseguenze

Bosch per la sicurezza dei veicoli elettrici
Un microchip salvavita
I veicoli elettrici sono spesso saliti alla cronache dei quotidiani per gli spettacolari incendi delle batterie, eventi per la verità numericamente limitati. Con la diffusione dei modelli a batterie, però, cresce la loro probabilità di essere coinvolti in incidenti, principale causa delle esplosioni avvenute in passato. Per limitare i rischi dovuto allo shock elettrico generato dall’impatto, la Bosch ha sviluppato dei dispositivi che abbasserebbero in maniera consistente il verificarsi delle situazioni più pericolose come, appunto, le esplosioni. Uno è un microchip progettato per disattivare in caso di incidente i circuiti di alimentazione elettrici del veicolo in una frazione di secondo consentendo, di conseguenza, ai soccorritori di intervenire immediatamente e di salvare gli occupanti. Altro accorgimento di rilievo per prevenire eventi potenzialmente pericolosi è costituito dal sistema di interruttori di sicurezza. Si tratta di dispositivi che generano delle piccole cariche esplosive per interrompere il flusso di corrente nei cavi ad alta tensione (di solito comprese tra 400 e 800 Volt) dell’auto. Una soluzione che si attiva in automatico con il rilevamento dell’urto e, di fatto, elimina il rischio di shock elettrico o incendio. Non solo. La rimozione della corrente nei semiconduttori evita anche a chi viaggia sul veicolo e al personale di primo soccorso il pericolo di prendere la scossa.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    14 Settembre 2020
    Addio batterie da ricaricare? Basata su di una batteria prodotta a partire da scorie nucleari, la rivoluzione promessa da una startup californiana punterebbe a cambiare il modo in cui intendiamo i veicoli elettrici. Sarà così? 
  • Spy
    15 Luglio 2020
    Nuovi brevetti ci mostrano la prossima H2 SX di Kawasaki equipaggiata con il sistema radar sviluppato da Bosch. La tourer sportiva made in Akashi segue l’esempio di Ducati, BMW e KTM, proponendo però un’interessante soluzione utile a “mascherare” l’antiestetica scatoletta
  • Green Planet
    03 Luglio 2020

    Il produttore tedesco ha aggiornato il software di gestione per i motori dei kit dedicati alle cargo bike e alle mountain bike, le modifiche fanno salire la coppia a 85 Nm e forniscono maggiore spunto. Rinnovati anche i display Nyon e Kiox, mentre debutta l’Help Connect