NOVITA' MOTOCICLISMO

Bollo moto d'epoca 2019 ridotto per le storiche tra i 20 e i 30 anni

La legge di Bilancio 2019 ripristina, in parte, l’esenzione del bollo per i veicoli d’interesse storico d’età compresa tra i 20 e i 30 anni, prevedendo uno sconto del 50% sul costo del bollo. Condizione essenziale è però l’iscrizione ad un registro storico che attesti la storicità del mezzo che deve essere anche riportata sul libretto di Circolazione

Bollo moto d'epoca 2019 ridotto per le storiche tra i 20 e i 30 anni
Bollo auto e moto
Il Governo Renzi nel 2017 aveva eliminato l’esenzione del bollo per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico, di età compresa tra i 20 ed i 30 anni. La situazione che n’era derivata rimaneva però decisamente confusa, con alcune regioni che, nell’ambito della loro autonomia legislativa, avevano emanato proprie leggi. In Sardegna, in Puglia o in Molise - giusto per citarne alcune - era prevista la tassa ordinaria, in Piemonte e in Toscana era prevista invece una riduzione del 10%, in Lombardia l’esenzione totale per i veicoli iscritti ai Registri Storici, in Sicilia una tassa ridotta a 35 euro, insomma il caos.
La legge di bilancio 2019 contiene però una norma che, almeno in teoria, dovrebbe uniformare - per alcune in positivo, per altre in negativo - le diverse situazioni, prevedendo uno sconto del 50% per tutti i veicoli, auto e moto, con età compresa tra i 20 e i 29 anni iscritte - questo è importante - ai registri ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI. Almeno in teoria, dicevamo, perché non è chiaro se la norma verrà applicata in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale oppure se, ancora una volta, ciascuna regione deciderà di far di testa sua. Nel primo caso, infatti, per i residenti nelle regioni nelle quali non era previsto alcuno sconto potrebbe essere un’ottima notizia, per gli altri, dove invece erano previste anche esenzioni totali come in Lombardia, ci sarà di che lamentarsi.
In ogni caso, lo sottolineiamo, per ottenere questa agevolazione sarà necessaria l’iscrizione al registro storico per il rilascio del relativo certificato - con esborso medio di circa 100 o 150 euro - più ovviamente il pagamento della quota annuale di iscrizione ai club federati.
Inoltre, la norma precisa che per l’ottenimento della riduzione sarà necessario che la storicità del veicolo venga annotata anche sulla carta di circolazione. Quindi altra burocrazia, bisognerà presentare alla Motorizzazione la domanda di aggiornamento della Carta di circolazione allegando l'originale (in visione) e la fotocopia del certificato di rilevanza storica e collezionistica; fotocopia della Carta di circolazione; attestazione del versamento di 9,00 euro sul c/c 9001 e attestazione del versamento di 14,62 euro sul c/c 4028.