NOVITA' MOTOCICLISMO

Bimota KB4, ci saranno le sospensioni elettroniche?

Continuano le indiscrezioni sulla nuova moto del marchio riminese. Ultimo dettaglio trapelato, la presenza di sospensioni elettroniche a marchio Öhlins. La moto, pandemia permettendo, potrebbe essere presentata già questo settembre

Bimota KB4, ci saranno le sospensioni elettroniche?
Controllo svedese
Continua la marcia di avvicinamento alla nuova Bimota KB4, secondo gioiellino riminese prodotto in collaborazione con Kawasaki (proprietaria del marchio). Dopo le prime voci risalenti a inizio anno, la casa italiana sta postando sui suoi social alcuni dettagli della “moto che sarà” condendoli con particolari tecnici molto interessanti. Dopo le foto “sfocate” di qualche giorno fa che svelavano uno stile retrò a impreziosire una meccanica da sportiva, oggi è la volta della probabile presenza di sospensioni a controllo elettronico Öhlins. A svelarlo, dopo aver pubblicato infatti le foto di un mono Öhlins tradizionale, alcune voci ufficiali che confermano la possibile presenza in uno degli allestimenti della moto di sospensioni a controllo elettronico. Diciamo possibile perché tutto dipenderà dal prosieguo dell’emergenza sanitaria in corso e se i fornitori riusciranno a realizzare le unità in tempo per la presentazione. Intervistato da MCN, Gianluca Galasso, addetto stampa Bimota, ha detto: “Se non avremo troppi ritardi con i fornitori a causa del Coronavirus, installeremo le sospensioni Öhlins con il controllo elettronico. Anche noi siamo stati colpiti dalla pandemia e a causa del blocco imposto ci siamo dovuti fermare per un mese e con noi anche tutti i nostri fornitori". La moto, secondo quanto riferito dalla casa riminese, sarà spinta dal quattro cilindri da 1.043 cm3  della Ninja 1000SX MY 2020 (quindi omologato Euro 5), inserito però in un nuovo telaio a traliccio realizzato ad hoc. Per gestire i 140 CV del motore, sarà inoltre inclusa tutta l'elettronica sviluppata in questi anni da Kawasaki. L’idea, infatti, è quella di ottenere una moto con le dimensioni di una 600 ma con la potenza di un motore da 1000 cm3. A causa del lockdown slitterà anche la presentazione ufficiale, inizialmente prevista per quest’estate e che, quasi certamente, slitterà a settembre o forse addirittura in concomitanza con EICMA. Segreto anche il prezzo anche se da Bimota assicurano che la KB4 avrà un listino “allineato” a quello della concorrenza...

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Spy
    19 Ottobre 2020
    Alcuni brevetti depositati dalla Casa di Akashi ci fanno capire che è al lavoro su un modello ibrido, quindi con un motore elettrico abbinato a uno termico, interessante la presenza di un pulsante “boost” per incrementare la coppia ai bassi regimi
  • News
    19 Ottobre 2020
    Il Cannibale vince ancora: dal 2015 è davanti a tutti. Gli avversari cambiano, ma il nordirlandese vale più della moto che guida. La Verdona porta a casa anche il titolo riservato alle marche, con un solo punto di vantaggio sulla casa bolognese. Ironia della sorte, a dare la matematica certezza del successo non sono stati gli ufficiali ma Fores, con la moto di Puccetti
  • Spy
    16 Ottobre 2020
    Il 23 novembre Kawasaki presenterà ben 6 modelli per il 2021 e tra questi potrebbe esserci una versione aggiornata e rivista della dominatrice degli ultimi campionati del mondo SBK. La ZX-10R potrebbe avere un motore più potente, estetica con "alette" aerodinamiche e una nuova elettronica