NOVITA' MOTOCICLISMO

Avviso di raccomandata, come capire se è una multa

Dal foglietto lasciato nella cassetta della posta con cui Poste Italiane avvisa che c’è una raccomandata è possibile capire se si tratta di una multa, senza "tormentarsi" nel dubbio per l’intera giornata. Ecco come si fa

Avviso di raccomandata, come capire se è una multa
Il terrore nella cassetta della posta
Lavorando fuori casa, a molti sarà capitato di non poter ritirare dal postino una raccomandata: in quel caso viene lasciato un avviso di giacenza nella cassetta delle lettere,in cui si segnala la mancata consegna con le indicazioni per il ritiro, possibile dopo una giornata. Mancando mittente e oggetto della missiva, le ore di attesa lasciano spesso spazio alle più tetre fantasie: sarà una multa, una cartella del fisco o semplicemente una comunicazione del condominio? Per evitare una notte insonne, è possibile sfruttare alcune indicazioni presenti nell’avviso. Innanzi tutto, nel caso il postino abbia usato il vecchio cartoncino (ormai hanno quasi tutti una piccola stampante per lo scontrino), il colore è indicatore; se è verde, mettetevi l’animo in pace: è una multa per violazioni del Codice della Strada o un atto giudiziario. Bianco o giallo, il cartoncino indica una lettera o un pacco. Se invece si trova uno scontrino, allora bisogna controllare la persona addetta al tentato recapito: se è il messo comunale, allora è sicuramente una multa, un atto emesso da enti della Pubblica amministrazione, o un atto tributario (comunicazioni consegnate dai messi). C’è poi il codice della raccomandata, numerico e a barre, riportato nell’avviso. In particolare le cifre iniziali del codice indicano il genere di recapito: multe ed atti giudiziari hanno codici che iniziano per 75, 76, 77, 78 e 79; i codici che iniziano con 670, 671, 689 indicano invece una raccomandata da Equitalia. Se, invece, avete un avviso che inizia con 12, 13, 14, 15, 151, 152, 1513, 1514, 1515 potete stare tranquilli: si tratta di una raccomandata semplice. Ultima nota: se avete riconosciuto la multa e volete fare finta di niente non andando a ritirare la raccomandata, sappiate che, con la consegna dell’avviso, si è automaticamente considerati a conoscenza della raccomandata (senza contare che non ritirandola, si perde la possibilità di contestarlo o impugnarlo per tempo).
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    30 Maggio 2018
    I Tutor sulle autostrade siano stati disattivati ed entro luglio cominceranno ad essere sostituiti con quelli nuovi. Nel frattempo oltre che sul buon senso di automobilisti e motociclisti, si farà affidamento sull’operato delle pattuglie della stradale, sugli autovelox e sui TruCam
  • News
    29 Maggio 2018
    Nuovo capitolo per la telenovela dei Tutor, la Corte di Appello di Roma ha respinto l’istanza di Società Autostrade che chiedeva di sospendere la disattivazione del sistema. In attesa di una sentenza della Cassazione, sembra che i Tutor siano effettivamente spenti
  • News
    19 Maggio 2018
    Grazie anche all’intervento promosso da FMI e ANCMA, saranno presto riaperti i tratti di strada della provincia dell’Aquila chiusi al traffico motociclistico per le gravi condizioni in cui versavano. Molti lavori di manutenzione sono già terminati ed entro breve tempo ci si aspetta la riapertura delle strade