NOVITA' MOTOCICLISMO

Autovelox: Italia prima in Europa per numero di dispositivi installati

Certamente utili dal punto di vista della sicurezza stradale - specialmente se considerati come “dissuasori” - gli Autovelox in Italia la fanno da padrone. I dati non mentono: il numero di dispositivi installati nel Bel Paese è doppio rispetto alla Germania e triplo rispetto alla Francia…

Autovelox: Italia prima in Europa per numero di dispositivi installati
Autovelox ne abbiamo?
Con la bellezza di 8.073 Autovelox più o meno uniformemente distribuiti lungo la rete stradale, l’Italia si pone al primo posto in Europa per numero di dispositivi di rilevamento della velocità. Un primato “incontrastato” e nemmeno lontanamente eguagliato dagli altri Paesi EU se si considera che dietro di noi ci sono il Regno Unito con 4.014 autovelox, la Germania con 3.813 e la Francia con 2.406. Tralasciando paesi come la Slovacchia - dove il numero di dispositivi di rilevamento non supera il 13! - il dato di cui sopra ci fa riflettere: in quale misura si può parlare di sicurezza stradale e in quale invece di vere e proprie “trappole” per fare cassa? Rispondere non è semplice, ma una cosa è certa: i motociclisti italiani hanno mediamente il doppio delle probabilità di prendere una multa per eccesso di velocità rispetto ai colleghi inglesi e più del triplo rispetto ai biker d’Oltralpe.  I numeri sono forniti da Zutobi, sito internet americano che, sulle sue pagine, si presenta come “una risorsa educativa online facile e conveniente che tratta tutto ciò che riguarda la guida e la sicurezza del conducente” ed affiancati da altri utili dati riguardanti, ancora, le sanzioni per eccesso di velocità. Lo stesso report sugli autovelox indaga infatti anche l’entità economica dell’eventuale multa: incrociando i dati forniti da Speeding Europe, SCBD e Auto Europe, emerge in pratica che tra  i più severi ci sono i norvegesi, primi in classifica con un punteggio di 6,43 su 10 con multe per eccesso di velocità fino a 711 euro e di 5.783 euro per guida in stato di ebbrezza. Questo secondo dato è tuttavia meno esplicativo del primo: se infatti nonostante la differenza di estensione territoriale il numero di Autovelox presenti su suolo nazionale potrebbe in effetti essere considerato un parametro comunemente applicabile a tutti i paesi presi in esame, l’ammontare della relativa multa dovrebbe invece essere contestualizzato al potere economico dei cittadini. Non va infatti dimenticato che in una città come Oslo il costo della vita (e quindi anche gli stipendi) sono nettamente superiori a quelli italiani…Ciò detto, rimane il dato di cui sopra: in Italia il numero di Autovelox è - di molto - superiore alla media europea. Motociclista avvisato… 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    24 Agosto 2021
    La Direccion General de Trafico ha ad oggi schierato oltre 39 droni di sorveglianza in tutta la Spagna. Dotati di una funzione di tracciamento automatico del veicolo, potranno svolgere anche una funzione di vigilanza del traffico stradale, fungendo da veri e propri autovelox volanti…
  • Politica e trasporti
    12 Giugno 2021
    La Francia ha infine dato il via alla sperimentazione del rilevamento di rumorosità sulle strade. L’obiettivo è quello di testare l’affidabilità delle apparecchiature fonometriche ed al contempo individuare soglie massime oltre le quali fare le multe…
  • Politica e trasporti
    14 Maggio 2021
    Il partito francese Les Républicains sta portando avanti una battaglia affinché agli apparecchi si rilevamento della velocità mobili vengano applicate le stesse regole valide per quelli fissi: uno su tutti l’obbligo di essere segnalato ad automobilisti e motociclisti