NOVITA' MOTOCICLISMO

Autovelox comunali: in arrivo una direttiva per limitarli

Sembra sia in fase di elaborazione un decreto ministeriale per limitare le facoltà dei comuni di utilizzare gli autovelox. Novità anche per gli scout-speed, “vincolati” alla presenza, sui tratti di strada soggetti a controllo, di adeguati sistemi di comunicazione a messaggio variabile

Autovelox comunali: in arrivo una direttiva per limitarli
Autovelox, nuove regole
Si parla con insistenza dell'arrivo di un decreto ministeriale sulla ripartizione dei proventi delle multe per eccesso di velocità che limiterà anche l’utilizzo di autovelox - e in generale di rilevamenti automatici - da parte dei Comuni. Questo decreto, che di fatto andrebbe a modificare le competenze degli organi di polizia stradale, prevede nel dettaglio lo stop ai controlli della velocità sulle superstrade da parte delle polizie locali, rendendolo competenza esclusiva della polizia stradale e della polizia di Stato.
Inoltre, è previsto il divieto di collocazione di postazioni fisse da parte dei Comuni sulle strade extraurbane secondarie provinciali, regionali e statali oltre al divieto di installare postazioni fisse su strade urbane di quartiere e sulle strade locali urbane o extraurbane. Ciò significa che se approvata questa direttiva obbligherà i Comuni ad adeguarsi, spegnendo o rimuovendo gli autovelox sulle superstrade e sulle strade extraurbane secondarie non comunali. Alla polizia locale verrà comunque concessa la facoltà - tra l’altro in via principale rispetto agli altri organi di polizia stradale -  di collocare e usare dispositivi di misurazione della velocità sulle strade urbane di scorrimento, locali o di quartiere.
Inoltre per poter utilizzare dispositivi di controllo a bordo di un veicolo in movimento il tratto stradale oggetto della rilevazione dovrà essere dotato di sistemi di comunicazione a messaggio variabile, in grado di assolvere alla funzione di segnalamento della presenza dei dispositivi di controllo della velocità con i vincoli di distanza previsti dalla normativa.

 



NOTIZIE CORRELATE