NOVITA' MOTOCICLISMO

Auto a guida autonoma, un pericolo per le moto

Le automobili a guida autonoma sono una realtà che, allo stato attuale delle cose, mal si sposa con le due ruote. La tecnologia non è ancora in grado di assicurare l'incolumità di motociclisti e scooteristi e l'ACEM, associazione costruttori, europea è preoccupata

Auto a guida autonoma, un pericolo per le moto
I rischi sono tanti
L’automobile che guida da sola è sempre più vicina ma le nuove opportunità introducono anche nuovi problemi, e in particolare rischiano di essercene  di gravissimi per quanto riguarda la convivenza con le moto. L’allarme è stato lanciato dall’ACEM, l’associazione dei costruttori di moto di tutta Europa, che riunisce i marchi BMW Motorrad, Bombardier Recreational Products (BRP), Ducati Motor holding, Harley-Davidson, Honda, Kawasaki, KTM, KYMCO, MV Agusta, Peugeot Scooters, Piaggio, Polaris Industries, Quadro Vehicles, Renault, Royal Enfield, Suzuki, Triumph Motorcycles e Yamaha.
A destare preoccupazione sono i risultati di un test condotto dall’autorità  olandese per i veicoli  nel 2016: dallo studio è emerso che i controlli montati sulle vetture attualmente in commercio non sono in grado di percepire la presenza di una moto o di uno scooter, sia per le dimensioni, sia perché gli algoritmi di funzionamento dei dispositivi non riescono a tenere conto della diversa dinamica di movimento di un veicolo a due o tre ruote, particolarmente nelle manovre complesse effettuate dalle moto nel traffico, come il transito a cavallo di due corsie (il lane splitting), la piega in curva, gli slalom nel traffico.
Però nelle auto con livello 3 di autonomia il controllo del veicolo è gestito dal computer di bordo, con tutti i problemi legati alla sicurezza che ne conseguono. Dunque l’ACEM da un lato ha offerto all’industria automobilistica la propria collaborazione per migliorare la tecnologia di riconoscimento delle moto, e dall’altro ha richiesto che i sensori vengano deliberati e validati per rilevare la presenza dei veicoli a due ruote.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    02 Dicembre 2019
    Con un tweet Elon Musk annuncia che il Cyberquad potrà essere acquistato in tutto il mondo. Il quad, “trasportato” dal gigantesco Cybertruck, rimane un mistero: per il momento, di lui non sappiamo quasi nulla…
  • News
    29 Settembre 2019
    Quando si parla di auto a guida autonoma l'opinione pubblica si divide. Ci sono gli entusiasti, convinti che quella sia la strada del futuro e ci sono gli scettici, convinti che i rischi siano più dei vantaggi. Ecco tutte le zone d'ombra, compresa quella che riguarda le forze dell'ordine
  • Green Planet
    07 Dicembre 2018
    Nei prossimi mesi la gamma di veicoli elettrici del più noto marchio di auto a batterie potrebbe allargarsi e includere una bici a pedalata assistita. Un’ipotesi verosimile dopo che Elon Musk ha dichiarato l’interesse a produrre un’e-bike e, soprattutto. un giovane designer sconosciuto ha creato un modello che sembra avere tutti i requisiti per diventare una futura Tesla