NOVITA' MOTOCICLISMO

Assicurazione moto, da luglio partono gli sconti obbligatori

L'Ivass ha stabilito che a partire dal prossimo 10 luglio, le assicurazioni saranno obbligate ad applicare uno sconto sul premio a chiunque accetti di istallare scatola nera, dispositivo per la rilevazione del tasso alcolemico e consentire l’ispezionare preventiva del veicolo. Altri sconti per gli assicurati “virtuosi” che hanno la sfortuna di abitare in province ad alto rischio, ecco l'elenco completo

Assicurazione moto, da luglio partono gli sconti obbligatori
Sconti obbligatori
Buone notizie in campo rc: a partire dal 10 luglio, le compagnie assicurative saranno obbligate ad applicare uno sconto sul premio a chiunque accetti particolari condizioni. Se ne parlava da tempo e l’attesa novità è contenuta nel regolamento Ivass del 10 aprile 2018, con il quale sono state appunto individuate le modalità di applicazione dello sconto obbligatorio sul premio di tariffa al netto delle imposte e del contributo al Servizio Sanitario Nazionale, nonché i criteri con cui le imprese di assicurazione dovranno calcolare tale sconto.
I vantaggi sono dedicati, in particolare, ai clienti che sceglieranno di lasciar ispezionare preventivamente il proprio veicolo a spese della compagnia, di far installare sulla propria auto una scatola nera o, in alternativa, dispositivi che impediscano l'avvio del motore qualora il tasso alcolemico del conducente risulti superiore al limite stabilito per legge. Le assicurazioni - chiarisce il regolamento - non potranno ridurre lo sconto facendo pagare all’assicurato i costi di installazione e gestione dei dispositivi che, al contrario,  saranno totalmente a carico dell’azienda.
In aggiunta a quanto sopra, per gli automobilisti virtuosi, residenti cioè in province ad alta sinistrosità, dotati di scatola nera e che non abbiano provocato incidenti con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi quattro anni, è prevista una quarta ipotesi di sconto. Individuate tramite analisi statistiche ed elencate nell’allegato 1 al regolamento, le province interessate, ecco l'elenco completo: Bari, Barletta-Andria-Trani, Benevento, Benevento, Bologna, Brindisi, Caserta, Catania, Catanzaro, Crotone, Firenze, Foggia, Genova, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Messina, Napoli, Palermo, Pisa, Pistoia, Prato, Reggio Calabria, Rimini, Roma, Salerno.                                                                                                                                                                                                 
Ricordiamo inoltre che in caso di accettazione dei controlli da parte dell’assicurato, gli sconti praticati dovranno essere indicati separatamente, in valore assoluto e in percentuale, rispetto al prezzo della polizza normalmente applicato.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    04 Luglio 2020
    Secondo il nostro Codice della strada i tre ruote omologati come tricicli non possono andare in autostrada, un controsenso visto che sono tra i mezzi più sicuri in circolazione. La soluzione a questo pasticcio all'italiana avrebbe dovuto arrivare con l'approvazione del Decreto Rilancio,
    oggi invece è arrivata la doccia fredda
  • News
    22 Giugno 2020
    L’ente che gestisce la strada è tenuto a rimuovere tutte le insidie che possono causare incidenti, altrimenti sarà responsabile di eventuali danni. La Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui i danni dovuti alla cattiva manutenzione devono imputarsi al proprietario o al gestore della strada, salvo che questi dia prova del caso fortuito
  • Politica e trasporti
    20 Giugno 2020
    Dopo quasi un anno di palleggio tra il Ministero dell'Interno e quello dei Trasporti, con la Polizia Stradale che chiudeva un occhio (ma non le assicurazioni), la soluzione dei problemi per la circolazione degli scooter L5e a tre ruote in autostrada potrebbe arrivare a metà luglio con la conversione in legge del Decreto Rilancio