NOVITA' MOTOCICLISMO

Aprilia RSV4 Factory: la superbike ha l’ABS "sportivo"

La supersportiva di Noale si aggiorna: crescono potenza e coppia, arriva un nuovo ABS multimappa disinseribile e cresce anche la capacità del serbatoio, migliorando abitabilità ed ergonomia. Abbiamo chiesto di parlarci della RSV4 my 2013 ai responsabili del suo sviluppo: Romano Albesiano (centro tecnico moto) e Marco Lambri (centro stile)

Aprilia RSV4 Factory: la superbike ha l’ABS "sportivo"

Efficace in pista, sicura in strada

Per il 2013 la versione Factory della supersportiva di casa Aprilia ha subito parecchi affinamenti a motore e ciclistica. Il primo è stato rivisto nella curva di erogazione e e ora è in grado di sprigionare ben 184 CV e 117 Nm di coppia (prima erano 180 CV e 115 Nm). Sempre riguardo il propulsore, il pacchetto APRC (che comprende cambio elettronico, controllo di trazione, launch control e anti wheeling) è stato affinato in modo da renderlo ancora più efficace sia su strada sia in pista. A livello ciclistico invece la grande novità è il debutto di un sistema ABS sportivo tarabile su tre livelli di intervento (Track, Sport e Rain) e disinseribile. L'ABS lavora insieme alle nuove pinze Brembo monoblocco e a una nuova pinza posteriore più efficace. L’adozione del dispositivo antibloccaggio ha obbligato i tecnici Aprilia a intervenire sul serbatoio per fare spazio alla centralina dell’ABS: i designer del centro stile hanno creato un nuovo serbatoio più capiente (passa da da 17 a 18,5 litri) e meglio sagomato ai lati. A livello estetico però l'unica cosa che cambia leggermente è il frontale, nonché il fondello del terminale di scarico.

Abbiamo approfittato della presenza a Colonia di Romano Albesiano (responsabile centro tecnico moto del gruppo Piaggio) e Marco Lambri (responsabile centro stile gruppo Piaggio) per farci raccontare "dal vivo" l'evoluzione della RSV4 ABS my 2013. Ecco cosa ci hanno detto.



 



COMMENTI
Ritratto di OrsoMarsicano
OrsoMarsicano Kawasaki Ninja ZX-6R 636 2005
02 Ottobre 2012 ore 15:38
A me queste cose fanno morire. L'anti impennata su una moto che ha targa e fanali... contraddizione in termini. Comunque, grande aprilia, sempre meglio. E quel vecchietto in foto continua a dimostrare di saperci fare. W il VERO BINOMIO ITALIANO.
Ritratto di giggio
03 Ottobre 2012 ore 09:40
vabbé, si sa che queste moto (non solo Aprilia) si possono sfruttare solo in pista. Comunque, è sempre un gran mezzo!
Ritratto di Domenico Fucci
03 Ottobre 2012 ore 10:50
Bellissima, ma perchè non ne fanno una più piccola e meno impegnativa sia come potenza che come costi da poter gustare sulle strade di tutti i giorni? con le 125 non ci fai nulla, non possono andare in autostrada e sono limitate, ci vorrebbero una 250 ed una 400 bicilindriche ed una 600 4 cilindri, io mi farei la 250 o la 400.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    23 Settembre 2020
    MotoGP news – Andrea Iannone sta aspettando il verdetto del TAS che dovrà decidere se confermare o meno la squalifica a 18 mesi per doping stabilita dalla Corte d'appello della FIM. Se la condanna verrà mantenuta, la casa di Noale dovrà pensare a un sostituto, Massimo Rivola non esclude di poter convincere Andrea Dovizioso
  • News
    22 Settembre 2020
    MotoGP news – Per la prima volta in questo 2020 Andrea Iannone è ritornato nel paddock, a Misano il pilota di Vasto ha parlato della sua situazione, di come sta vivendo questo capitolo così difficile della sua vita e ha dato anche un giudizio su questo "strano" campionato
  • Spy
    16 Settembre 2020
    In Aprilia la gamma moto si sta allargando verso il basso. Dopo la RS 660, nei prossimi mesi dovremmo vedere la Tuono 660, mentre dall’India arriva l’indiscrezione di una possibile Tuono 400