SPORT

SBK 2021 Argentina – Razgatlioglu vince la Superpole Race per un soffio, il titolo si deciderà all’ultimo round

Toprak Razgatlioglu ha vinto anche la Superpole Race del round Argentina, penultima prova del mondiale Superbike, sul traguardo il distacco tra lui e Scott Redding è stato di appena 0”046, un battito di ciglia. Terzo Jonathan Rea

SBK 2021 Argentina – Razgatlioglu vince la Superpole Race per un soffio, il titolo si deciderà all’ultimo round
Toprak Razgatlioglu ha vinto anche la Superpole Race del round Argentina, penultima prova del mondiale Superbike, ma se l’è dovuta sudare fino in fondo: sul traguardo il distacco tra lui e Scott Redding è stato di appena 0”046, un battito di ciglia. Il britannico della Ducati per due volte all’ultimo giro ha tentato un attacco, sempre rintuzzato dal turco della Yamaha che consolida così la sua leadership nella classifica provvisoria. Siccome Jonathan Rea è arrivato terzo, però, la certezza del titolo potrà arrivare soltanto nell’ultimo round, la settimana prossima in Indonesia.

Duello a tre
Nei primi giri i tre rivali hanno lottato fianco a fianco, poi Redding È andato largo in una curva ed ha perso terreno, ma è riuscito a recuperare e a riagganciarsi a ”Razga” fino alla conclusione, mentre Rea ha ceduto il passo e si è installato stabilmente in terza posizione.
Axel Bassani conferma il momento di forma strepitosa per sé e per la sua Ducati privata: era partito maluccio ma ha saputo recuperare, ha superato Alex Lowes ed ha conquistato la quarta posizione, quello che è il suo migliore piazzamento sull’asciutto. Il britannico della Kawasaki, al contrario, è andato calando sempre più fino a concludere con un modesto nono posto. La colpa è del dolore al solito polso destro fratturato in Catalogna, ed è proprio quello il motivo per cui medici hanno dichiarato Lowes “unfit” per la seconda gara della giornata. Dunque l’inglese dovrà guardare gara 2 dai box.

Locatelli sesto
La battaglia tra Michael van der Mark e Andrea Locatelli si è conclusa a favore dell’olandese che ha portato la BMW ufficiale al quinto posto, precedendo di un secondo l’italiano: Andrea, seconda guida della Yamaha al primo anno di Superbike, si conferma comunque una bellissima realtà. Qualcosa di più ci si aspettava da Garregtt Gerloff dopo il miglior tempo realizzato nel warm up ma l’americano non è nuovo ad alti e bassi ed ha concluso al settimo posto davanti a Michael Ruben Rinaldi, ottavo. Fuori dai punti le Honda di Leon Haslam e Alvaro Bautista, decimo e undicesimo.


Questi i primi nove della Superpole Race
1. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK)
2. Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) +0.046
3. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +3.419
4. Axel Bassani (Motocorsa Racing) +5.407
5. Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) +8.556
6. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +9.608
7. Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) +9.821
8. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +10.415
9. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +12.063

Giro veloce: Scott Redding (Ducati), 1’37.345 – Nuovo giro record

 



NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • MotoGP
    22 Novembre 2021
    SBK news – Ha vinto entrambe le gare in Indonesia, Jonathan Rea, ma questo non è bastato per strappare il titolo dalle mani di Toprak Razgatlioglu che ha interrotto una serie di successi durata sei anni. Il nord-irlandese ha raccontato le sue sensazioni e ha fatto i complimenti al rivale 
  • SuperBike
    22 Novembre 2021
    SBK news – L’ultimo round della stagione è stato decisivo per incoronare il campione del mondo 2021, ma anche per assegnare il titolo costruttori e Yamaha ha fatto piazza pulita. Toprak Razgatlioglu ha vinto il titolo piloti con il secondo posto in Gara2, dopo 12 anni dall’ultimo pilota della Casa di Iwata, e Yamaha ha potuto festeggiare anche il titolo costruttori
  • SuperBike
    21 Novembre 2021
    SBK news – Nel 2022 Alvaro Bautista tornerà a vestire i colori Ducati e in un'intervista rilasciata durante l'ultimo round stagionale, ha raccontato come mai ha preferito alla Honda la Casa di Borgo Panigale, ha fatto un bilancio della stagione e ha parlato degli obiettivi