NOVITA' MOTOCICLISMO

Un incendio distrugge il Top Mountain Motorcycles Museum - VIDEO

Nella notte, il museo più alto del mondo, è stato travolto dalle fiamme. Fortunatamente non c'è stata nessuna vittima, ma nonostante lo sforzo per arginare il disastro, sono andati perduti circa 300 esemplari tra moto e auto dal valore storico inestimabile. Le cause dell'incendio sono ancora sconosciute, gli inquirenti stanno vagliando ogni possibilità, anche quella del dolo premeditato

Un incendio distrugge il Top Mountain Motorcycles Museum - VIDEO
Fiamme oltre i 2.000 metri
Il Top Mountain Motorcycles Museum, inaugurato nel 2016 dai fratelli Shelber sul passo del Rombo in Tirolo Austria, è il museo più "alto del mondo" dedicato all'automotive, una piccola gemma architettonica piazzata a quota 2.200 metri. Questa notte, purtroppo, intorno alle 4,40 del mattino un incendio è divampato al suo interno e nonostante l'allarme sia stato raccolto in maniera tempestiva dai vigili del fuoco, al loro arrivo il museo era completamente avvolto dalle fiamme. I sessanta pompieri coinvolti hanno impiegato tutte le loro forze per arrestare le fiamme, addirittura attingendo alle risorse idriche dei cannoni sparaneve. Sono intervenuti anche gli spazzaneve che hanno cercato di arginare le fiamme con la neve, almeno per cercare di evitare che il fuoco raggiungesse le strutture vicine e l'impianto di risalita di Kirchenkarbahn.



Nonostante l'impegno, però, non c'è stato nulla da fare. Il Top Mountain Motorcycles Museum è stato completamente distrutto, così come tutto quello che vi era contenuto: circa 230 moto e un centinaio di auto di altissimo valore storico. Da modelli unici di Brough Superior, Norton, MV Agusta e tante moto da GP degli anni 50 e 60 fino ad auto come Aston Martin, Ferrari e Porsche. Oltre ai veicoli erano presenti anche cimeli come trofei e tanta altri oggetti. L'unica nota davvero positiva di questa catastrofe è che fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta nell'incendio. Le cause attulmente sono al vaglio degli inquirenti, per ovvie ragioni in queste prime ore si esclude nulla, dal guasto elettrico fino al dolo premeditato.

 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    23 Novembre 2019
    Milano, secondo una prima perizia dei Vigili del Fuoco, l’incendio divampato nella notte di giovedì, costato la vita a due fidanzati di 29 e 27 anni, Luca Manzin e Rosita Capurso, potrebbe essere stato causato dal cortocircuito della batteria di un monopattino elettrico
  • News
    09 Agosto 2019
    MotoE news – Sul circuito di Spielberg ieri sono andate in scena le due sessioni di prove libere della MotoE, nel pomeriggio però una delle moto ha preso fuoco mentre era in ricarica, fortunatamente l’incendio è stato domato in fretta e non influirà sul programma del fine settimana
  • News
    19 Marzo 2019
    Le moto che dovevano partecipare al mondiale MotoE sono andate distrutte nel rogo di Jerez della scorsa settiamana. In mancanza dei mezzi, che dovranno essere ricostruiti, salteranno le tappe di Jerez e Le Mans. Se ne riparlerà, forse, a giugno