NOVITA' MOTOCICLISMO

Razgatlioglu perde la vittoria in Superpole Race su reclamo Kawasaki. Scoppia la guerra?

Doccia fredda per Toprak Razgatlioglu, che con notevole ritardo si è visto togliere la vittoria ottenuta in Superpole Race quando già era stata disputata anche gara 2, nell’ottavo round del mondiale Superbike. Il turco è stato retrocesso di una posizione per avere superato il limite della pista nel corso dell’ultimo giro, passando sulla zona verde in uscita dalla curva 10. La vittoria è così finita a tavolino nelle mani di Jonathan Rea che vede ridursi a 7 punti il distacco dal pilota della Yamaha, leader del campionato.

Razgatlioglu perde la vittoria in Superpole Race su reclamo Kawasaki. Scoppia la guerra?
Reclamo in verde
La penalizzazione però non è stata comminata automaticamente dalla direzione gara, ma a seguito di un reclamo del team Kawasaki; la cosa rischia di avere strascichi peggiori dei punti persi, inquinando i rapporti in un ambiente che fino ad ora ha vissuto una bellissima atmosfera.
Razgatlioglu ha gettato acqua sul fuoco: «Per me è stato comunque un weekend incredibile, perché questo era il mio sogno: vincere tutte e tre le gare dello stesso round, e sono davvero felice di esserci riuscito. Ok, qualcun altro ha deciso che non abbiamo vinto la Superpole Race, ma per me ho vinto la gara e questa lotta per il titolo mi piace molto».
Ben più duri i toni usati dal team manager Yamaha, Paul Denning: "Senza dubbio è deludente. Questo weekend abbiamo visto dei duelli bellissimi tra i due protagonisti del campionato. Per il nostro team era stata la prima volta in cui avevamo vinto tutte e tre le gare. Per Toprak era la prima tripletta. Uno spettacolo sportivo bellissimo e con grandissimo rispetto tra questi due fantastici piloti. Poi alla fine di gara 2, dove eravamo partiti dalla pole position grazie al successo in Superpole Race, i commissari hanno preso questa decisione a seguito di un reclamo della Kawasaki per un leggero passaggio sul verde da parte di Toprak in uscita dalle curve 9 e 10.
È deludente dato che onestamente noi non avremmo fatto qualcosa del genere, con un pilota che ha un vantaggio pari a zero; parliamo di cinque millimetri della gomma posteriore che finisce sul verde, qualcosa che la Direzione Gara aveva visto da sola, controllato le immagini in diretta e deciso che non fosse assolutamente un problema poiché Toprak non aveva acquisito vantaggio e non era chiaro se fosse finito sul verde. Ma dopo aver ricevuto il reclamo hanno dovuto utilizzare tutti gli strumenti che hanno a disposizione tra cui le immagini dalla moto di Jonathan. Sono riusciti a vedere un leggero passaggio sul verde. Se questo è il modo in cui Kawasaki vuole giocare, allora forse l’atmosfera sportiva cambierà un po’".



Questa la nuova classifica del campionato

1 Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) 370 punti
2. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 363
3. Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) 298
4. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) 186
5. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 176
6. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) 172

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    03 Ottobre 2021
    Se qualcuno si aspettava che le cadute nelle prime due gare del round Portogallo avessero piegato Jonathan Rea, ha avuto una risposta da 6 volte campione del mondo: è partito cattivo come il veleno, ha vinto gara 2 e con il concorso della caduta di Toprak Razgatlioglu ha riaperto il mondiale Superbike. 
  • News
    03 Ottobre 2021
    Piove sulla testa dei piloti e grandina su quella di Jonathan Rea che dopo la Superpole Race del round Portogallo vede sempre più lontana la possibilità di confermarsi campione del mondo Superbike.
  • News
    02 Ottobre 2021
    Toprak Razgatlioglu ha vinto ancora, Jonathan Rea è caduto rovinosamente e adesso il suo distacco nella classifica di campionato è di 49 punti. Gara 1 del round Portogallo potrebbe avere dato la svolta al mondiale Superbike