NOVITA' MOTOCICLISMO

MV Agusta Brutale 800 Rosso: adesso il prezzo è più "leggero"

La nuova Brutale 800 Rosso ha lo stesso fascino della Brutale 800 RR, ma costa 4.000 euro in meno, pur avendo le stesse dotazioni tecniche. Scopriamola assieme in questo video

MV Agusta Brutale 800 Rosso: adesso il prezzo è più "leggero"
Una delle novità più interessanti della casa di Schiranna per il 2020 è sicuramente la nuova Gamma Rosso, composta da tre modelli di 800 cm3 (la Brutale, la Turismo Veloce e la Dragster) offerti a prezzi nettamente inferiori delle rispettive versioni "normali". Non si tratta di modelli "poveri" o meno rifiniti. La Brutale 800 Rosso, per esempio, che vi presentiamo in questo video, costa ben 4.000 euro in meno della versione RR, senza tuttavia riniunciare a nessuno dei contenuti tecnici e stilistici presenti sulla sorella più "lussuosa". A spiegarci come è stato possibile, ce lo racconta direttamente Timur Sardarov, amministratore italiano della casa varesina.  

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    14 Ottobre 2020
    Hertz Ride è presente in Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Austria, Slovenia e Stati Uniti e ora nella propria flotta ha inserito anche le MV Agusta Turismo Veloce e Dragster Rosso
  • News
    07 Ottobre 2020

    Chi ha visto il primo video MV Agusta ”Back in black – Mr Nogues” si è divertito come un matto ammirando le acrobazie motociclistiche dello stuntman francese Thibault Nogues, impegnato in numeri da brivido in giacca e cravatta con la F3 800: drifting, controsterzi e impennate lungo una tortuosa strada collinare , per arrivare a una magnifica villa e scendere dalla moto al volo, lanciando le chiavi all’esterrefatto maggiordomo
  • Industria e finanza
    21 Settembre 2020
    MV Agusta Motor rafforza la sua presenza in Cina. La Casa di Schiranna ha stretto una partnership con QJ-Motor Co. che si occuperà della distribuzione delle moto italiane nel Paese più popoloso del mondo; per il momento l’accordo è relativo alla parte commerciale e consentirà a MV Agusta di appoggiarsi all’imponente rete di concessionari del Gruppo Qianjiang, ma in questi giorni si sta definendo anche una collaborazione sul piano industriale.