NOVITA' MOTOCICLISMO

Moto Morini Seiemmezzo: Strada e Scrambler al salone di Chongqing

A Pechino si svolge il Chongqing Motor Expo, uno dei principali del paese. Tra le moto esposte c’è anche la Moto Morini Seiemmezzo che si era vista al salone di Milano 2019 in forma di prototipo, ma adesso appare molto più definita e con ogni probabilità vicina alla commercializzazione, anche se non è stata comunicata una data precisa

Moto Morini Seiemmezzo: Strada e Scrambler al salone di Chongqing
È curioso andare fino in Cina per scoprire le novità italiane, ma il Chongqing Motor Expo è uno uno dei principali del paese ed è decisamente interessante...
Tra le moto esposte c’è anche questa Moto Morini Seiemmezzo, nella quale peraltro l’influenza della proprietà cinese è forte. Già si era vista al salone di Milano 2019 in forma di prototipo, ma adesso appare molto più definita e con ogni probabilità vicina alla commercializzazione, anche se non è stata comunicata una data precisa. Si tratta del secondo modello Moto Morini lanciato nel Paese dei Draghi, declinato in due versioni realizzate sulla stessa piattaforma: sono indicate come Seiemmezzo STR e Seiemmezzo SCR, cioè”Strada” e “scrambler”, quest’ultima inedita. Le differenze non sembrano spiccate a parte le ruote che in un caso sono in lega e nell’altro a raggi, ma paiono essere delle stesse misure, 19” anteriore e 17” posteriore; per giunta montano anche nella versione stradale gli stessi pneumatici leggermente tassellati Pirelli MT60 RS che il produttore italiano propone uso misto asfalto/fuoristrada leggero. L’altra cosa che salta immediatamente all’occhio è il parafango anteriore, in un caso basso e nell’altro alto, ma in generale l’aspetto estetico nelle due versioni è pressoché analogo.



Cambia il serbatoio
Rispetto al prototipo presentata dalla Moto Morini è diverso anche il serbatoio che presenta più o meno la stessa silhouette ma ora ha marcate sagomature che lo rendono più personale, mentre sono rimasti il fanale ad anello di LED e la sella in pezzo unico.
Il motore è il bicilindrico parallelo di 649 cm³ fornito da Chunfeng e rivisto in Europa per adeguarlo alle caratteristiche della Seiemmezzo, il telaio ha lo stesso disegno a traliccio di tubi già visto a Milano; è cambiata invece la sagoma del forcellone, che sollecita un unico ammortizzatore posizionato asimmetricamente sul lato destro. L’impianto frenante rimane Brembo, con due dischi anteriori di 300 mm Ø e uno posteriore di 255 mm Ø.
Di prezzi ancora non si parla ma dovrebbero essere molto abbordabili: è la stessa Moto Morini a parlare di un veicolo “entry level”.

Cliccate qui invece per la prova della Moto Morini X-Cape 650.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    09 Settembre 2021
    La nuova enduro “made in Italy” si guida bene in città, va bene per viaggiare e divora le strade bianche e gli sterrati da adventouring. Prezzo decisamente interessante
  • Spy
    17 Giugno 2021
    Il prototipo sorpreso per strada da un nostro lettore appare pressoché definitivo, a parte alcuni dettagli, e non sembrano esserci cambiamenti fondamentali rispetto a quanto già visto fino ad ora. Confermati il moderno motore bicilindrico 650 cm3 da 61 CV e la ciclistica di ottima qualità. Anche il prezzo pare sarà parecchio interessante
  • News
    01 Giugno 2021
    Vista per la prima volta a EICMA 2019, la X-Cape 650 di Moto Morini ha debuttato in questi giorni sul mercato cinese. Ben fatta e ben dotata, la crossover della casa italiana sfoggia una moderno bicilindrico e una ciclistica di qualità. Vediamo più nel dettaglio tutte le sue caratteristiche