NOVITA' MOTOCICLISMO

Moto Morini Milano, la naked che omaggia il passato

La casa italiana ha presentato questa nuova naked ispirata alla mitica Morini 3 1/2 degli anni 70 e dotata del suo apprezzato bicilindrico a V di 87° Bialbero CorsaCorta, ottimizzato per offrire una guida divertente ma non impegnativa, pur essendo capace di erogare 110 CV

Moto Morini Milano, la naked che omaggia il passato
Italiana di pregio
La nuova Milano è la prima di una nuova famiglia di Moto Morini, al 99% italiana: è assemblata artigianalmente nello stabilimento di Trivolzio (PV) con componenti e materiali forniti da aziende nazionali. Il designer Angel Lussiana l’ha concepita rifacendosi alle linee anni Settanta della mitica Morini 3 ½, uno dei prodotti più riusciti e famosi della casa italiana. In comune con quel modello la Milano ha il progettista del motore, Franco Lambertini, che nel 1971 creò il bicilindrico a V di 344 cm3 della 3 ½, e poi ha realizzato l’attuale bicilindrico a V di 87° e 1.187 cm3: il Bialbero CorsaCorta. Il propulsore in questa sua ultima versione da 110 CV è stato ottimizzato per offrire, grazie a una nuova gestione elettronica, una curva di coppia corposa ma equilibrata. Molto particolare il nuovo impianto di scarico, i collettori, prima di raggiungere il doppio terminale sovrapposto sul lato destro, compiono alcune evoluzioni come per abbracciare il bicilindrico. È una soluzione ispirata dal reparto One-Off di Moto Morini, che ha creato un esemplare speciale su base Corsaro ZZ come la Ti22 caratterizzato da una soluzione simile.
Anche per la Milano è confermato il classico telaio a traliccio in acciaio, mentre ora è a traliccio anche il forcellone che lascia in bella vista la ruota posteriore in alluminio forgiato. Di prim’ordine la componentistica: troviamo forcella completamente regolabile, con steli rivestiti in DLC (Diamond like carbon), che aumenta la scorrevolezza, e piedini ricavati dal pieno, mono realizzato su specifiche Moto Morini regolabile in estensione, interasse e precarico. L’impianto frenante invece è Brembo, con all’anteriore pinze radiali monoblocco a quattro pistoncini, doppio disco flottante da 320 mm e una pompa semi-radiale e al posteriore pinza a due pistoncini con disco da 220 mm dal disegno specifico. I cerchi da 17 pollici sono in lega di alluminio forgiato e gommati Pirelli Angel GT. D’obbligo, infine, l’ABS, un Bosch 9.1 MP a due vie, disinseribile tramite un pulsante al manubrio.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    30 Giugno 2018
    All’ipotesi proposta dal sindaco Sala ha prontamente risposto Confindustria ANCMA che, con un comunicato stampa, ha spiegato i vantaggi derivanti dall’apertura delle corsie preferenziali alle due ruote. Tuttavia, gli incidenti sono ancora troppi e servono “soluzioni idonee che non penalizzino gli utenti”
  • Fuoriserie
    05 Giugno 2018
    I preparatori tedeschi di Diamond Atelier hanno messo le mani su una Ducati del 2017 di un cliente tedesco, modificando completamente il posteriore, e rivestendo il telaio con una splendida vernice d'oro 24 carati 
  • News
    04 Giugno 2018
    Pur conservando molte delle caratteristiche tecniche e ciclistiche già vantata dalla ZZ -tra cui il bialbero Corsa Corta dal 140 cavalli e forcella anteriore completamente regolabile- la nuova Corsaro 1200 ZT si presenta come più “facile” e docile nell’utilizzo in città. Il merito è della posizione di guida più rilassata e del peso che scende di 6 kg

Moto Morini Corsaro

  • Prezzoda € 10.900
  • Peso0 Kg
  • Serbatoio0,0 l
  • Altezza sella0 cm
  • Lunghezza0 cm