NOVITA' MOTOCICLISMO

Lockdown di Pasqua: regole spostamenti

Esattamente come un anno fa a quest’ora, gli italiani si preparano ad un’altra Pasqua (semi)blindata. L’intero paese va in zona rossa per tre giorni, con tutte le conseguenze che ormai conosciamo bene. Esistono comunque alcune deroghe per spostamenti, visite ad amici e parenti, seconde case e pranzi in famiglia

Lockdown di Pasqua: regole spostamenti
Lockdown di Pasqua
In vista della Pasqua, l’intero paese si prepara alla zona rossa: dal 3 al 5 aprile gli spostamenti saranno ulteriormente limitati in tutta Italia, i negozi rimarranno chiusi e bar e ristoranti potranno lavorare solo con l’asporto. Ci sono comunque delle deroghe, come quella che permette, una volta al giorno e in numero non superiore a due adulti con minori, di far visita ad amici e parenti, oppure di spostarsi in una seconda casa, ma solo a determinate condizioni. Rimangono ovviamente il coprifuoco e il divieto di spostarsi in un’altra regione, se non per motivi di lavoro, urgenza o necessità. Vediamo tutte le regole. 



Posso uscire dal mio comune?

In zona rossa è vietato uscire dal proprio comune se non per motivi di urgenza, lavoro e necessità. Tra quest’ultimi, lo ricordiamo, vi sono anche la spesa nei negozi rimasti aperti (supermercati, farmacie, tabaccai, edicole) che, anche uscendo dal proprio comune, rimangono comunque raggiungibili. Inoltre, si può anche far visita ad un amico o parente che risiede in un altro comune oppure uscire dal proprio comune per praticare attività motoria.

Posso uscire dalla regione?

No. Gli spostamenti tra regioni sono concessi solo per motivi di lavoro, di urgenza e di necessità, oppure per spostarsi (ammesso che la regione in questione lo permetta, vedi sotto) in una seconda casa.

Posso andare in una seconda casa?
In generale, valgono le regole già in precedenza sperimentate: nella seconda casa si può spostare solo il nucleo familiare dimostrando di averne titolo prima del 14 gennaio 2021 e purché la casa non sia abitata da altri. Tuttavia, alcune regioni hanno ulteriormente complicato la situazione istituendo divieti totali, parziali o condizionati da altri requisiti. In Alto Adige, per esempio, è vietato andare nella seconda casa se non si è residenti, in Campania il divieto vale anche per i residenti nella regione, in Toscana non possono entrare i non residenti, mentre in Valle d’Aosta possono entrare soltanto i residenti.Il consiglio è pertanto quello di controllare sul sito della propria regione gli eventuali divieti.

Posso fare visita ad un parente o ad un amico?

Si ma soltanto una volta al giorno al massimo due persone con minori di 14 anni all’interno della propria regione. 

Si può organizzare il pranzo di Pasqua con amici o parenti?
Sì. Le linee guida del governo “raccomandano” la sola presenza dei conviventi, ma non esiste in tal senso alcuna regola che vieti la partecipazione a persone di altri nuclei familiari. 



Passeggiata e attività all’aperto

Si può uscire di casa anche per fare una passeggiata, oppure per svolgere attività motoria all’aria aperta. In bicicletta o correndo si può anche uscire dal proprio comune.

Bar e ristoranti, come funziona?

Bar e ristoranti rimangono chiusi, come da zona rossa. Concesso l’asporto dalle 5 alle 18, senza restrizioni, mentre dalle 18 alle 22, è vietata ai soggetti “che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina ma è consentita alle enoteche e alle vinerie”. 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Notizie dalla rete
    09 Maggio 2021
    Inventori e maestri dell’are della piegatura della carta, i giapponesi, inutile ricordarlo, sono anche tra i migliori e più importanti progettisti e costruttori di moto. Unire le due cose? Forse si può, anche se in questo caso non si parla di “modellini” origami da mettere sulla scrivania…
  • Politica e trasporti
    21 Aprile 2021
    Da lunedì 26 aprile sarà nuovamente possibile spostarsi da una regione ad un’altra senza autocertificazione, ma solo se in zona gialla. Per attraversare i confini di una regione arancio o rossa servirà l’autocertificazione, oppure, per turismo, l’apposito “lasciapassare”. Rimane il coprifuoco, il cui inizio slitterà forse alle 23. Ecco le regole per gli spostamenti
  • Politica e trasporti
    17 Aprile 2021
    Il 26 aprile dovrebbe in teoria essere la data delle riaperture. Nessun via libera: rimangono mascherine, coprifuoco alle 22, divieti di assembramento e zone rosse, arancio e gialle. Si aggiunge la novità del pass: “lasciapassare” che attesta l’avvenuta vaccinazione o l’esito negativo del tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. Ecco le regole