Salta al contenuto principale

Le pazze Monkey di Chayakrit Kaewwongwan

Ecco l’incredibile trasformazione fatta dal preparatore e customizzatore thailandese Chayakrit Kaewwongwan, che avrà anche un nome impronunciabile ma si distingue per l’originalità delle sue trasformazioni

Attenti a non prendere una cantonata: non sono due Harley Davidson Electra Glide, e non sono nemmeno banali riproduzioni orientali della supertourer Americana. Si tratta dell’incredibile trasformazione fatta dal preparatore e customizzatore thailandese Chayakrit Kaewwongwan, che avrà anche un nome impronunciabile ma si distingue per l’originalità delle sue trasformazioni. Si è dedicato a uno dei prodotti più originali della Honda, il Monkey 125, e produce accessori e trasformazioni per il popolare motorino a ruote basse attraverso la sua azienda che si chiama MonQey King.

 

Tante realizzazioni

Quelle della foto non sono le uniche realizzazioni del geniale Kaewwongwan: come forma di pubblicità ha scelto di allestire il Monkey nelle maniere più strane, costruendo strani “minotauri” che richiamano moto famose: ad esempio, oltre a questi due simil Electra Glide dalla sua officina è uscita una moto con carrozzeria integrale ispirata alla sagoma di un locomotore, si chiama LocoMotif; a un’altra carenata, con i denti da squalo e le marmitte dritte verso l’alto da chopper, ha dato il nome Zeed King. Tutte trasformazioni sulla base del Monkey che nonostante l’apparenza mantiene le sue caratteristiche pacifiche: motore monocilindrico a quattro tempi di 124 cm³, 10 CV di potenza a 6750 giri/minuto e il curioso telaio in acciaio con il grosso tubone e le ruote piccole, di 12”.

Pazzie, ma molto intelligenti, perché nascono con l’obiettivo di far conoscere la produzione del bizzarro designer thailandese e ci riescono benissimo. Con ogni probabilità a questo punto lo ricorderete anche voi, nonostante il nome.

 

A sinistra la LocoMotif, a destra la Zeed King

Leggi altro su:

Aggiungi un commento