NOVITA' MOTOCICLISMO

Fase 2: dal 18 maggio si va al bar, a fine mese spostamenti fuori regione

Comincia a chiarirsi il percorso che porterà a un ulteriore allentamento dei blocchi degli spostamenti. Da lunedì prossimo ci sarà la riapertura di molte attività commerciali e a giugno dovrebbe esserci il via libera per spostarsi da regione e regione

Fase 2: dal 18 maggio si va al bar, a fine mese spostamenti fuori regione
Si comincia a girare
Da lunedì 18 maggio inizierà un ulteriore allenamento delle misure in vigore per il contenimento  dell’epidemia di Coronavirus. Il Governo si è impegnato a pubblicare le nuove linee guida da mercoledì, massino giovedì prossimo. Sembra che l’intenzione sia di riaprire su tutto il territorio nazionale bar, ristoranti, negozi al dettaglio, parrucchieri e centri estetici, ovviamente rispettando prescrizioni precise (ad esempio nei ristoranti ci vorrà un distanziamento dei tavoli, si parlava di 4 metri ora sembra che sia possibile una riduzione a 2 metri). Sempre dal 18 maggio sarà possibile trasferirsi nelle seconde case purché situate nelle regioni di residenza, La riapertura la prossima settimana delle attività commerciali consentirà quindi a tutti di raggiugerle con i mezzi propri, moto comprese quindi, va da sé che questo sarebbe un mezzo via libera per spostamenti e giretti in moto, per esempio per raggiungere il baretto sul Passo vicino a casa, anche se sull'argomento degli spostamenti per turismo non vi sono certezze. È sicuro invece che rimarrà l’obbligo di restare nella regione di residenza, per potersi spostare al di fuori delle regioni bisognerà aspettare ancora qualche settimana: sarà decisivo il tasso di contagio rilevato tra il 18 e il 25 maggio, a quel punto il Governo potrebbe autorizzare gli spostamenti al di fuori delle regioni (attualmente possibili solo per motivi di lavoro, urgenza o necessità), magari tra quelle a basso contagio. Non a caso sempre a inizio giugno dovrebbero riaprire gli stabilimenti balneari che quindi si potranno raggiungere con mezzi propri. Rimarranno invece ferme le attività ad alto rischio di assembramento: cinema, teatri, concerti, eventi pubblici e sportivi, oltre che piscine e palestre. 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    14 Giugno 2020
    Tolte le iniziali difficoltà, l’emergenza Coronavirus avrebbe in realtà offerto nuove risorse al comparto delle due ruote. Il CEO di KTM, che invece di licenziare ha assunto, spiega in che modo il Covid potrebbe dare nuove energie al settore motociclistico
  • News
    31 Maggio 2020
    Da mercoledì prossimo si aprono i confini regionali, via libera quindi a gite e viaggetti, ma non spariscono tutte le regole che hanno condizionato i nostri comportamenti in tutti questi mesi di lockdown. Vediamo allora cosa sarà possibile fare e cosa no a partire dal 3 giugno
  • News
    27 Maggio 2020
    La curva dei contagi è positiva, ma il pericolo di una seconda ondata tutt’altro che scongiurato. Gli esperti temono i comportamenti registrati in questi giorni nelle piazze e sulle spiagge. Se i numeri dovessero tornare a crescere, ci potrebbero essere nuovi lockdown in zone specifiche