NOVITA' MOTOCICLISMO

Fase 2 18 maggio – In moto senza autocertificazione, da giugno ancora più libertà

Da domani ci si potrà spostare all’interno della propria regione di residenza senza limiti, via libra quindi ai giretti in moto solo per il gusto di farlo o per raggiungere le seconde case. Il mese prossimo ci sarà un ulteriore allentamento e si potrà andare anche all’estero

Fase 2 18 maggio – In moto senza autocertificazione, da giugno ancora più libertà
Si torna a girare
Da domani ci sarà un nuovo importante allentamento delle misure di contenimento contro l’epidemia di coronavirus, che varrà per tutte le regioni d’Italia. Da lunedì 18 maggio pertanto ci sarà il tanto atteso via libera agli spostamenti in moto (o in auto) all’interno purché all’interno della propria regione di residenza, spariscono pertanto limiti e “motivazioni”, quindi non sarà più necessario avere con sé l’autocertificazione.
Resta invece confermato il divieto degli spostamenti al di fuori della propria regione di residenza, per farlo ci sarà bisogno di autocertificazione che attesti comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero motivi di salute. Queste disposizioni saranno valide fino al 2 giugno, da lunedì 3 invece sarà possibile uscire liberamente dalla propria regione di residenza e anche andare all’estero nei paesi che lo consentiranno. Sempre fino al 2 giugno sarà possibile recarsi presso le seconde case e anche restarvi purché si trovino nella regione di residenza. Da domani, 18 maggio, ripartono anche le attività di negozi, bar, ristoranti, parrucchieri, stabilimenti balneari, musei. Riapriranno quindi anche i negozi di abbigliamento tecnico. Prevista anche un tappa intermedia: dal 25 maggio si potrà andare in palestra, nelle piscine e nei centri sportivi, anche se in questo caso le regioni potranno decidere per riaperture anticipate. La riapertura delle attività commerciali dovrà seguire precisi protocolli, che consentano il distanziamento di almeno un metro dei clienti che dovranno anche indossare le mascherine.
 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    16 Giugno 2020
    Il Salone di Colonia non si terrà causa Coronavirus. Gli organizzatori comunicano che, visto il consueto afflusso di gente, le modalità di svolgimento dell'evento sono incompatibili con le norme sanitarie e la sicurezza. Il pubblico potrà seguire le presentazioni via streaming
  • News
    14 Giugno 2020
    Tolte le iniziali difficoltà, l’emergenza Coronavirus avrebbe in realtà offerto nuove risorse al comparto delle due ruote. Il CEO di KTM, che invece di licenziare ha assunto, spiega in che modo il Covid potrebbe dare nuove energie al settore motociclistico
  • News
    13 Giugno 2020
    La normativa italiana autorizza gli organizzatori a emettere voucher in sostituzione della restituzione dei soldi spesi, ma le associazioni dei consumatori non sono d'accordo. Intanto il Mugello rimborsa i tifosi, mentre Misano spera ancora che Dorna autorizzi la presenza del pubblico più avanti nel corso dell'estate