NOVITA' MOTOCICLISMO

EICMA 2018 - Kawasaki Versys 1000, tanta elettronica in più

Modifiche importanti per l'ammiraglia giapponese che sfoggia nuove linee e una ricca dotazione che, tra l'altro, comprende ABS cornering, due mappature motore e, sulla lussuosa versione SE, quattro riding mode, vernice autoriparante e sospensioni elettroniche

EICMA 2018 - Kawasaki Versys 1000, tanta elettronica in più
Per il 2019 la Versys 1000 cambia faccia e sfoggia linee più tese e parabrezza regolabile manualmente. Arrivano poi fari full led e sella pilota disponibile su due altezze: standard 84 cm e low 82 cm. Confermato il motore quattro cilindri frontemarcia di 1.043 cm3 e 120 CV, che guadagna frizione antisaltellamento con sistema assistito per ridurre lo sforzo alla leva, l'acceleratore elettronico e il cruise control. Arriva poi una centralina con piattaforma inerziale IMU che permette di avere ABS cornering, controllo di trazione su tre livelli e due mappature motore  (Full e Low) selezionabili in movimento. Rivisto l'impianto frenante che all'anteriore sfoggia pinze e pompa radiali con dischi da 310 mm. Tutta nuova anche la strumentazione con pannello TFT che, solo sulla versione SE, include, tra l'altro, la Kawasaki Rideology App, che permette di connettere lo smartphone alla strumentazione. 
Il ponte di comando della Versys 1000, con nuovi blocchetti a manubrio e l'inedito cruscotto TFT a colori.

Arrivano le sospensioni elettroniche  e la frizione antisaltellamento
È sulla versione top di gamma SE che si segnalano gli interventi più importanti. Debuttano infatti per la prima volta su una crossover di Akashi le sospensioni semiattive a regolazione elettronica con possibilità anche di regolare il precarico del monoammortizzatore su tre livelli (solo pilota, pilota più valigie e pilota più passeggero più valigie), troviamo poi il cambio elettronico che funziona in inserimento e in scalata, le cornering lights che in curva adattano il fascio luminoso del faro anteriore e quattro riding mode (Sport, Road, Rain più uno personalizzabile). Solo sulla SE c'è anche la vernice autoriparante in grado di cancellare da sola i piccoli graffi. L'equipaggiamento di serie, infine, include paramani e manopole riscaldate.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Spy
    06 Luglio 2020
    Secondo alcuni bene informati pare proprio di sì. Del resto il settore delle hypersport è in costante evoluzione e la Ninja, per quanto dominatrice in SBK, ha bisogno quantomeno di un restyling dal punto di visto estetico. Ecco come potrebbe essere
  • Spy
    02 Luglio 2020
    Kawasaki starebbe lavorando a un complesso sistema in grado di valutare il tipo di strada, l'obiettivo è ottenere una moto che, per esempio, sia in grado di regolare automaticamente le sue "impostazioni" in preparazione di una curva prima ancora di iniziare a frenare o piegare
  • Moto
    01 Luglio 2020
    La filiale spagnola della casa di Akashi realizzerà una versione speciale della Nnja dotata di kit racing e assemblata direttamente dal team ufficiale superbike KRT. Ogni esemplare sarà dotato di targhetta numerata e gli acquirenti potranno provarla in pista insieme a Rea e Lowes