NOVITA' MOTOCICLISMO

Debuttano a Milano le Aree della Mobilità

Sono operative nella zona sud-est del capoluogo lombardo, le prima dieci aree della mobilità, “stazioni” in prossimità delle fermate dei mezzi pubblici che offrono servizi di condivisione e per la mobilità elettrica, come parcheggi di sharing e colonnine di ricarica. In futuro arriveranno altri 40 hub per coprire di tutta la città 

Debuttano a Milano le Aree della Mobilità
Un futuro da Sharing Cities
A Milano sono arrivate dieci Aree della Mobilitàhub in cui sono concentrate diverse soluzioni per spostarsi in città a basso impatto ambientale, e dove trovare servizi di mobilità elettrica e condivisa, come i parcheggi riservati ai veicoli a batterie in sharing, e lo smart parking con colonnine per la ricarica normale o Fast dei mezzi a emissioni zero. Posizionati in prossimità di fermate del trasporto pubblico, diventano delle aree di interscambio per la mobilità urbana consentendo di scegliere il mezzo più veloce, pratico e comodo per spostarsi all’interno di quartieri e della città. Realizzate da NHP ESCo con il supporto di Comune di Milano e Amat (Agenzia mobilità, ambiente e territorio), le dieci “stazioni” sono concentrate soprattutto nella zona sud-est del capoluogo lombardo, ma è prevista l’estensione in altre zone come pianificato dal Progetto Sharing Cities – Horizon 2020 pensato per ridurre traffico e inquinamento. “La mobilità elettrica è sempre più una realtà”, ha spiegato assessore alla Mobilità Marco Granelli. “A Milano sono operativi 500 punti di ricarica. Oltre alla collocazione a cura dei diversi operatori, con l’autunno è in programma la realizzazione di altre 40 Aree di Mobilità finanziate dal Comune di Milano e dai fondi europei Pon Metro. L’obiettivo è coprire progressivamente e in modo omogeneo tutta la città in modo coerente con lo sviluppo di questo tipo di veicoli”. Oltre alla diffusione sul territorio è in programma il potenziamento dei servizi offerti all’interno degli hub come sottolinea l’amministratore delegato di NHP Valerio Siniscalco: “puntiamo ad affiancare ai punti di ricarica e parcheggio una vasta gamma di servizi innovativi di mobilità e non solo. Stiamo concentrando gli sforzi per alimentare le Aree di Mobilità con energia da fonti rinnovabili e relativo accumulo energetico, immaginando un domani fatto anche di integrazione energetica di quartiere, nell’ottica della filosofia di Sharing Cities”.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    13 Maggio 2021
    Harley-Davidson prosegue la sua “rivoluzione” annunciando il lancio di un nuovo marchio riservato allo mobilità a zero emissioni. Le moto elettriche saranno "griffate" LiveWire, lo stesso nome del primo modello a batteria arrivato nel 2019. Il brand si appoggerà anche a un hub nella Silicon Valley  e punterà su nuovi rivenditori
  • Green Planet
    17 Aprile 2021
    La moto elettrica che ha colpito i visitatori del CES di Las Vegas nel 2020 potrebbe arrivare sul mercato entro quest'anno, anche se probabilmente soltanto in Cina, mentre il debutto in Europa sarebbe rimandato a data da stabilire. Incerti sono la configurazione del sistema elettrico prescelto per il modello di lancio e la dotazione di serie prevista
  • Industria e finanza
    04 Febbraio 2021
    La versione definitiva della dichiarazione dei redditi presentata per il 2021 dall’Agenzia delle Entrate prevede un’apposita sezione per il credito d'imposta dedicato a monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica