NOVITA' MOTOCICLISMO

Daijiro Kato, 18 anni fa a Suzuka la caduta fatale

Esattamente 18 anni fa a Suzuka se ne andava Daijiro Kato, astro nascente della MotoGP.  La sua morte innescò un processo di rinnovamento della MotoGP che culminò con l'istituzione della Commissione sicurezza

Daijiro Kato, 18 anni fa a Suzuka la caduta fatale
18 anni fa...
Il 4 aprile del 2003 è una data nera per la MotoGP e gli appassionati. Quel giorno di 18 anni fa a Suzuka se ne andava Daijiro Kato, campione del mondo 250 e uno dei talenti più cristallini del Motomondiale. Daijiro resistette in coma per 16 giorni, prima di spegnersi il 20 aprile all'ospedale di Yokkaichi. Le sue condizioni apparvero subito gravissime: l'impatto col muretto che delimitava la curva gli provocò gravissime lesioni (il casco si spezzò in due), diverse fratture e un probabile interessamento della colonna vertebrale. Dinamica e cause dell'incidente non furono mai chiarite del tutto, ci restano le immagini terribili dello schianto (qui sotto), con il corpo del pilota steso sull'asfalto, i commissari di gara che lo trascinano via e i piloti che sfilano senza accorgersi della gravità di quanto è avvenuto. La corsa non venne fermata, ma al termine di quel weekend nero la MotoGP non fu più la stessa e decise di cambiare. Fu istituita la commissione sicurezza e rivalutati tutti i circuiti. Una delle prime decisioni fu proprio la cancellazione di Suzuka dal calendario del Mondiale a causa dei livelli di sicurezza insufficienti.
Kato aveva 26 anni, lasciò una moglie e due figli, la sua carriera si spezzò quando sembrava spiccare il volo: nel Team Gresini aveva raggiunto la maturità necessaria per affermarsi nella categoria regina e in Fausto Gresini Kato aveva trovato un amico e un confidente, tanto che nel 2013, in occasione del decimo anno dalla sua scomparsa, Gresini fece correre i suoi piloti con il numero 74 sulle carene, per ricordare ancora una volta Daijiro.


 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    02 Maggio 2021
    MotoGP 2021 ordine d'arrivo gran premio di Spagna – Su una pista "difficile" per la Desmosedici, oggi Ducati ha firmato una bella doppietta con Jack Miller e Francesco Bagnaia. Sul terzo gradino del podio è salito Franco Morbidelli e Takaaki Nakagami ha chiuso quarto. Problemi al braccio per Fabio Quartararo, che ha chiuso 13esimo, mentre Valentino Rossi ha tagliato il traguardo solo diciassettesimo
  • News
    28 Aprile 2021
    MotoGP news – Da tempo si parlava della possibilità che la VR46 di Valentino Rossi arrivasse nella top class, ora c'è la conferma ufficiale: dal 2022 al 2026 in pista ci sarà l'ARAMCO Racing Team VR46 nato da una collaborazione tra il nove volte iridato e la holding della famiglia reale saudita
  • News
    27 Aprile 2021
    MotoGP news – Dopo la deludente prestazione a Portimao, Valentino Rossi proverà a dare una svolta al suo campionato sulla pista spagnola dove in passato ha ottenuto grandi risultati. Franco Morbidelli, invece, proverà a mantenere il positivo trend iniziato a Portimao