NOVITA' MOTOCICLISMO

Cashback: via alla fase "sperimentale". Da gennaio il tetto dei rimborsi sale a 3mila euro

Scaricare l’app IO (ma c'è un'alternativa), registrarsi, associare carte e bancomat, indicare l’IBAN per i rimborsi. Esclusi acquisti e bonifici effettuali online. Si comincia con il Caschback di Natale e, da gennaio, si partirà con il Caschback vero e proprio, durante il quale il tetto di rimborso crescerà da 1500 a 3.000 euro. Ecco come funzione

Cashback: via alla fase "sperimentale". Da gennaio  il tetto dei rimborsi sale a 3mila euro
Cashback: come funziona
Via l’8 dicembre con il primo giorno di Cashback, programma promosso dal Governo che consente il rimborso del 10% (fino a 150 euro) per gli acquisti effettuati attraverso carte di credito e bancomat. La prima fase “sperimentale”, indicata come Cashback di Natale durerà fino al 31 dicembre: dal 1 gennaio 2021 comincerà invece il Cashback “vero e proprio”, che consentirà un rimborso fino a un massimo di 300 euro. Esclusi il limite al rimborso e di transizioni minime da effettuare, le modalità di registrazione, di partecipazione e di rimborso sono uguali, vediamole nel dettaglio.

Come fare per partecipare al Cashback

La prima cosa da fare è scaricare l’app IO (cioè l’applicazione lanciata dalla Pubblica Amministrazione per l’accesso a bonus e servizi pubblici, che è già stata utilizzata per erogare il Bonus Vacanze) e registrarsi inserendo le credenziali SPID oppure con la Carta d’Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN. In alternativa, si possono utilizzare altri sistemi messi a disposizione da banche e istituti di pagamento convenzionati con PagoPA. A tal proposito, è necessario controllare che la propria carta o app di pagamento sia tra quelle convenzionate.

Alternativa a App IO e SPID

Oltre all’App Io di PagoPa, dall’8 dicembre ci si potrà iscrivere al Cashback anche attraverso Yap, applicazione di Nexi per i pagamenti in mobilità), oppure tramite Nexi Pay, senza quindi la necessità di dotarsi di una identità pubblica digitale (Spid o carta d’identità elettronica). Chi è già iscritto a Yap, entrando nell’applicazione dal proprio smartphone potrà aderire al cashback cliccando un’icona dedicata che sarà disponibile a partire dall’8 dicembre. Chi invece non è cliente, dovrà prima scaricare l’app e seguire tutta la procedura di registrazione inserendo numero di telefono, email, i dati anagrafici, un documento d’identità e fare un video di riconoscimento di qualche secondo. In ogni caso, è bene qui seguire passo passo le istruzioni messe a disposizione dalla piattaforma stessa. 

Come funziona il meccanismo di sconti

Il rimborso è pari al 10% di ogni transazione, fino a un valore massimo per singola operazione di 150 euro. Non è previsto un importo minimo di spesa, ma sarà necessario fare un minimo di 50 transazioni (sono vietati i frazionamenti artificiosi). La spesa massima su cui sarà riconosciuto il cashback è di 1.500 euro per ogni semestre (3 mila euro su base annuale). In pratica, ogni sei mesi si potrà ottenere un rimborso massimo di 150 euro (300 euro l’anno). Discorso analogo per il Cashback di Natale, per il quale è tuttavia previsto un minimo di 10 transizioni per un tetto massimo di spesa di 1.500 euro.

Cashback: come ottenere il rimborso sugli acquisti
L’erogazione dei rimborsi da parte di Consap S.p.A. avviene tramite bonifico sul codice IBAN inserito durante la registrazione. I rimborsi relativi al Periodo sperimentale “Extra Cashback di Natale” saranno erogati nel mese di febbraio, mentre quelli relativi a tutti gli altri programmi (vedi sotto) verranno erogati entro 60 giorni dal termine del periodo.

Quanto dura il Cashback
Termonata la fase sperimentale del Cashback di Natale, il programma si articola in tre periodi, ciascuno indipendente dagli altri e dalla durata di  sei mesi: 1° Semestre dal 1/1/2021 al 30/6/2021; 2° Semestre dal 1/7/2021 al 31/12/2021; 3° Semestre dal 1/1/2022 al 30/6/2022.

Il Cashback non è valido per gli acquisti online
Il Cashback riguarda qualsiasi tipologia di acquisto (abbigliamento, generi alimentari, consumazione in bar e ristoranti e spese mediche) col solo vincolo che vengano  effettuati con carta di credito negli esercizi commerciali. Sono esclusi quindi tutti gli acquisti online.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Industria e finanza
    18 Febbraio 2022
    Niente da fare per la modifica al dl Milleproroghe che prevedeva l’abbassamento del tetto massimo di spesa in contanti a mille euro. Il no della Camera ne fa slittare l’entrata in vigore al 1 gennaio 2023. Per l’anno in corso, il tetto rimane quindi di duemila euro
  • Industria e finanza
    13 Gennaio 2022
    Se state per acquistare una motoretta usata fate attenzione, da quest'anno il tetto massimo di spesa che si può fare in contanti è stato abbassato a 1.000 euro e sono previste sanzioni pesanti per chi sgarra. Ecco come funzionano le nuove regole
  • Industria e finanza
    14 Dicembre 2020
    In via di sperimentazione con il caschback di Natale, il programma promosso dal governo per incentivare i pagamenti elettronici con carte e bancomat consente di ottenere un rimborso del 10% sugli acquisti. Si può fare shopping in negozio, pagare l’aperitivo al bar, fare il pieno di benzina o i tagliandi
Filtra tutti i contenuti per marca
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
IN EDICOLA
Sul numero di alVolante in edicola
Fresche di lancio già guidate
Green Planet