NOVITA' MOTOCICLISMO

Beta, rubato un intero lotto di moto: l'allerta sui Social

Brutto risveglio per Beta: l’azienda toscana ha denunciato il furto di un intero lotto di moto dal magazzino di Rignano sull’Arno, pubblicando sui social un annuncio in cui si chiede la collaborazione di tutti gli appassionati. Tenete gli occhi aperti su i modelli RR 2T 125/200/250/300 cm3 e  XTrainer

Beta, rubato un intero lotto di moto: l'allerta sui Social
Brutto risveglio
Qualora doveste imbattervi, magari sul web, in un annuncio sospetto o che vi propone una Beta RR 125, 200, 250 o 300 cm3 a prezzi particolarmente vantaggiosi, fate molta attenzione: con ogni probabilità potrebbe trattarsi infatti di uno dei modelli rubati lo scorso mercoledì 3 aprile dal magazzino della stessa Betamotor.
Constatata l’effrazione avvenuta tra la notte del 3 e la mattina del 4 aprile nel magazzino di Rignano sull’Arno, l’azienda toscana ha denunciato il furto di un intero lotto di moto e chiesto la collaborazione di tutti i suoi appassionati con un annuncio pubblicato sui social.
Vi raccomandiamo la massima attenzione - ha scritto Beta sul suo profilo Facebook -  in caso vi vengano offerte delle Beta a prezzi bassissimi, scrivete immediatamente a support@betamotor.com per una verifica sul VIN (numero telaio) sospetto: basta fotografare il numero punzonato sul cannotto di sterzo”. I modelli in questione sono le RR 2T 125, 200, 250, 300cm3 e le XTrainer, tra l’altro non ancora “complete” e, quindi, non pronte per la commercializzazione. Beta sottolinea in tal senso anche la questione sicurezza: “Vi preghiamo di tener conto che non parliamo solo di eventuale complicità con un furto. Desideriamo allertarvi per vostra stessa tutela: il lotto di moto rubate era incompleto di alcuni componenti. Queste moto dunque, oltre a non poter essere immatricolate, non possono funzionare correttamente! Se venite in contatto con una moto sospetta, avvisateci”.
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    11 Luglio 2019
    Nuovi brevetti depositati da BMW farebbero pensare all’arrivo di una moto ibrida equipaggiata con un motore elettrico affiancato a quello tradizionale. A suggerirlo è la capacità “variabile” di questo serbatoio, contraddistinto da una parte “flessibile” che può ospitate una batteria
  • Green Planet
    09 Luglio 2019
    Kawasaki ha depositato nuovi brevetti per una monocilindrica equipaggiata con un motore elettrico accessorio. Seguendo una strada ancora poco battuta ma alla quale in molti stanno da tempo guardando, la Casa di Akashi fa un primo passo in direzione della moto ibrida
  • News
    04 Luglio 2019
    Sviluppato grazie all’impiego di nuove tecnologie e radar a corto raggio da 77 GHz, il Right-Turn Assistant di Continental promette maggior sicurezza per ciclisti e motociclisti. Il dispositivo avvisa l’automobilista che svolta a destra dell’eventuale presenza sulla carreggiata di moto o bici, intervenendo, se serve, anche sui freni