NOVITA' MOTOCICLISMO

EICMA 2017, ecco Bat, la mini crossover di Bad Bike

Debutto a Milano per la compatta con ruote fat dell’azienda partenopea voluta per consentire pedalate agili e sicure nei centri urbani ed escursioni nella natura anche su terreni impegnativi. Ha motore 8 Fun nel mozzo, batterie da 238 Wh e limite di velocità programmabile a 12 km/h anche per l’uso dei bambini. Nello stand altre tre proposte insolite, come la side e-bike e due pieghevoli fat

EICMA 2017, ecco Bat, la mini crossover di Bad Bike
Per piccoli e grandi
Anteprima mondiale ad Eicma per la Bat, l’ultima nata della Bad Bike. Un modello fat che va ad arricchire la gamma “grassa” del produttore campano, tra i più creativi sul mercato. La debuttante è definita una mini crossover e-bike per enfatizzare la sua versatilità di impiego. Si tratta, infatti, di una bici compatta con cerchi da 20” che la rendono agile per muoversi in ambito urbano con il vantaggio dei battistrada larghi 4” ottimi per affrontare in sicurezza binari del tram, pavé e buche cittadine. Le ruote tassellate si rilevano adatte anche per escursioni nella natura senza il timore di pozzanghere fangose, sabbia o neve. L’altra particolarità della Bat è il sistema elettrico pensato per adattarsi pure alle esigenze dei piccoli bikers. Il kit, infatti, è programmabile per limitare la velocità a 12 km/h in modo da consentire ai piccoli di prendere dimestichezza con l’e-bike. Una volta sicuri in sella è possibile incrementare progressivamente la velocità fino a farla giungere ai 25 km/h di legge. La Bad Bike Bat è equipaggiata con un motore 8 Fun inserito nel mozzo della ruota posteriore con potenza di 250 W modulabile tramite 5 livelli di erogazione, nonché con la funzione soft start che agevola le partenze in salita, fornisce una spinta “dolce” nelle ripartenze e consente di muoversi fino a 6 km/h senza pedalare. Le batterie, integrate nel telaio ed estraibili dal basso, sono al litio polimeri (Li-Po) da 238 Wh, capacità ricaricabile in 4-6 ore e sufficiente per autonomie di 20-25 km. A completare il kit è lo schermo Lcd con presa USB, informazioni sul viaggio e livello di ricarica degli accumulatori e pulsanti per l’accensione delle luci a Led e la selezione del livello di assistenza. Il modello è proposto a 1.195 euro con freni a disco Tektro, cambio Shimano Altus a 7 velocità e pedali Welgo ripiegabili.


Un sidecar a pedali
A conferma della creatività del costruttore “cattivo” sono altri tre modelli esposti a Milano. La più celebre è la Beach Vintage Side, side e-bike con “carrozzino” in stile anni ‘40 pensato per ospitare un bimbo o un animale domestico. Realizzato con un telaio in lega di alluminio 6061, pesa 33 kg e può trasportare fino a 115 kg. Le ruote sono da 26” per la bici e da 20” per il “side”, tutte con pneumatici antiforatura con larghezza di 4”, mentre per i freni si è optato per doppi dischi idraulici Tektro Auriga. Ha cambio a 7 marce, sella ammortizzata e sedute e manopole in Alcantara. Il kit è sempre 8 Fun abbinato a batterie da 468 Wh per autonomie fino a 45 km. Costa 3.960 euro, 4.481 euro nella versione con motore da 500 W e accumulatori da 624 Wh.


Pieghevoli “grasse”
L’altro duo insolito sono le pieghevoli fat, la Bad e Big Bad differenziate soprattutto per le misure dei cerchi, da 20" e 24”. Due proposte pensate per facilitare il trasporto delle e-bike nel baule dell’auto o sui mezzi pubblici senza rinunciare ai pregi delle ruote larghe 4”. Simile la dotazione con luce anteriore a Led e posteriore a energia solare, freni idraulici a disco Tektro Auriga e cerchi in alluminio rinforzato. Il kit è il medesimo delle sorelle e consentono autonomie fino a 60 km. I prezzi della Bad da 20” sono di 1.868 euro per la variante con motore da 250 W e di 2.298 euro per quella da 500 W e velocità superiore ai 35 km/h che obbliga all’immatricolazione come ciclomotore, all’uso del casco e ad avere la patente. Per la Big Bag il listino sale a 1.974 euro (250 W) e di 2.395 euro (500 W). Le altre e-bike esposte ad Eicma sono la vintage Beach Fat (da 1.971 euro), la city bike Evo (da 1.670 euro) e la trekking Arrow (da 1.997 euro), con le ultime due disponibile sia con battistrada normali, sia fat.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    26 Ottobre 2021
    Con oltre 34.000 visitatori e più di 3.000 bikers a registrarsi per i test ride, la settima edizione delle rassegna delle e-bike stabilisce un nuovo primato di partecipazioni. Il merito è della scelta di allargare l’esposizione a scooter e quadricicli a batterie, di proporre tour esperienziali e servizi innovativi che hanno permesso al pubblico di scoprire le offerte per la mobilità a zero emissioni
  • Green Planet
    20 Ottobre 2021
    Tre modelli urbani, uno per le gite sugli sterrati e altri tre per divertirsi nell’offroad. La gamma del costruttore romagnolo si arricchisce di sette bici a pedalata assistita che saranno disponibile dal 2022 con l’unica eccezione della MTB full attesa per il 2023. In comune hanno linee ricercate, la progettazione in 3D e prezzi accessibili
  • Green Planet
    14 Ottobre 2021
    Il marchio lombardo sarà alla rassegna di Bergamo con un stand sul Sentierone per fare conoscere a tutti le doti del suo nuovo motore. Un’unità che potrà essere messa alla prova grazie ai test ride di eRoad, gravel e MTB disponibili presso gli stand dei costruttori partner di Polini