NOVITA' MOTOCICLISMO

Aurus Escort, moto elettrica per la scorta di Putin

I disegni sono di un brevetto russo per una moto totalmente elettrica, la Aurus Escort dovrebbe andare a far parte del parco mezzi dei servizi di scorta dei diplomatici russi e anche del presidente Putin

Aurus Escort, moto elettrica per la scorta di Putin
Scorta ecologica
Per ora sono solo disegni, ma quella che vedete dovrebbe essere la moto che andrà a far parte del parco mezzi delle scorte che affiancano i movimenti dei politici russi durante le uscite pubbliche e quindi anche il presidente Putin. La moto dovrebbe arrivare tra un paio di anni (2022 o 2023) e a vedere dagli schizzi al computer si mostra con un aspetto piuttosto turistico, un mix tra la BMW R 1250 RT e una Honda Pan European, con tanto di parabrezza alto e regolabile, una seduta comoda con schiena eretta, una coppia di valigie laterali (immancabili sulle moto da polizia) e... un motore elettrico. Infatti la Aurus Escort, così dovrebbe chiamarsi la moto, punta ad essere un prodotto attento alle emissioni, oltre che alla sicurezza dei diplomatici. Sviluppata dal centro di ricerca scientifica statale (FSUE NAMI) e dalla Kalashnikov, la Aurus Escort ha già un acquirente importante, la UST, il servizio di sicurezza federale, che dovrebbe utilizzarla come moto utilizzata dal personale delle scorte.
Il motore dovrebbe avere 150 CV, mentre del pacco batterie non si sa ancora nulla, né della sua "capacità" né durata e tempi di ricarica.
Tecnicamente la Aurus Escort dovrebbe avere telaio e forcellone in lega di alluminio, mentre all'avantreno spicca la sospensione di tipo Hossack, cioè una forcella con steli rigidi su cui lavora un ammortizzatore collegato ai bracci e al telaio. Una soluzione tecnica già vista sulle BMW K, il Duolever, con funzione di separare la funzione ammortizzante dallo sterzo, per rendere quest'ultimo neutro anche sulle buche e imperfezioni più profonde, a tutto vantaggio della guidabilità.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    11 Ottobre 2020
    Le prime due ruote elettriche dell’azienda austrocinese a debuttare in Italia, grazie alla distribuzione di Vent, sono lo scooter EK3 progettato per gli spostamenti urbani e la moto CR6 dallo stile ispirato alla Cafè Racer degli anni ‘60. Entrambe hanno motore con potenza di picco di 6,2 kW, velocità di 95 km/h e freni CBS
  • Green Planet
    10 Ottobre 2020
    La quarta edizione della rassegna dedicata alla mobilità elettrica diventa di cinque giorni, dal 7 all’11 novembre, e affianca alla sede di Palazzo Lombardia quella di Palazzo Giureconsulti nel cuore di Milano. In centro è prevista anche l’esposizione di veicoli a emissioni zero che si snoderà tra Pazza Mercanti, via Dante e Piazza Castello. Forte il coinvolgimento dei ragazzi
  • Moto
    14 Settembre 2020
    Nei primi otto mesi dell’anno l’azienda emiliana ha raggiunto un portafoglio di ordini pari al controvalore di 4,3 milioni di euro, una cifra del 190% superiore a quella registrata per l’interno 2019. Un risultato eccellente destinato a migliorare entro la fine dell’anno grazie al potenziamento della capacità produttiva dello stabilimento modenese