NOVITA' MOTOCICLISMO

Due novità per completare la gamma e-bike di Nilox

Doppio debutto con la “scossa” per la giovane azienda lombarda. Ad approdare sul mercato sono la city bike X5 che punta su maneggevolezza e prezzo competitivo e l’insolita fat bike pieghevole X5 che si pone al vertice della gamma Nilox offrendo divertimento urbano e offroad. Per entrambe i modelli il kit prevede motore nel mozzo della ruota posteriore e batterie da 288 Wh

Due novità per completare la gamma e-bike di Nilox
Sono cinque i modelli della gamma “X”
Sono due le novità di Nilox, azienda del Gruppo Esprinet attivo nel settore della tecnologia, che vanno a completare la gamma delle bici a pedalata assistita della società lombarda. La prima è la X5, una city bike dal design classico con scavalco basso e cerchi da 26”. Un modello pensato per essere maneggevole e facile da condurre dotato di motore nel mozzo posteriore e di batterie fissate dietro il tubo verticale per ottenere un’equilibrata distribuzione del peso. La capacità degli accumulatori è di 288 Wh sufficienti per pedalate elettriche fino a 55 km. A completare il kit è il display sul manubrio con i comandi e i Led luminosi ad indicare lo stato di ricarica delle batterie e quale dei tre livelli di assistenza è attivo. La Nilox X5 è venduta a 930 euro con una dotazione comprensiva, tra l’altro, di cambio a 6 velocità, portapacchi, impianto luci con Led anteriore e catena di sicurezza. Più originale nello stile è la seconda debuttante, la X4 che va a posizionarsi al vertice dell’offerta Nilox con un prezzo di 2.000 euro. Si tratta di una piccola fat bike pieghevole con cerchi da 20” e battistrada tassellati da con larghezza di 4”. L’insolita “grassa” è equipaggiata con forcella ammortizzata e doppi freni a disco, nonché con un cambio Shimano a 7 rapporti. Di serie ci sono pure le luci con Led anteriore, un mini portapacchi, piccoli parafanghi, cavalletto e lucchetto. Il kit elettrico è lo stesso della “sorella” urbana, ma con gli accumulatori inseriti all’interno del tubo orizzontale per renderli “invisibili”. La capacità è sempre di 288 Wh, ma l’autonomia scende a 45 km a causa del maggiore peso (26 kg contro 23) e dell’attrito superiore generato dalla gomme fat. Ricordiamo che gli altri modelli Nilox in gamma sono le pieghevoli X1 e X2, quest’ultima con cerchi da 16” ed entrambe con prezzi inferiori ai 700 euro, e la piccola fat bike con ruote da 20” X3 proposta a 1.500 euro.
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    14 Ottobre 2018
    Al Roc D’Azur 2018 il costruttore lombardo ha svelato un prototipo di mountain bike equipaggiato con il kit E-P3 dotato di sistema a doppia batteria, il Dual Battery 1000 Wh. Una soluzione che incrementa l’autonomia, utile soprattutto per chi utilizza molte i livelli di supporto superiori, e allunga la vita degli accumulatori
  • Green Planet
    13 Ottobre 2018
    Paolo Brunello e Sara Koller hanno realizzato una bici a pedalata assistita con telaio in legno fatto a mano: per realizzarlo ci vuole un mese di lavoro. Il sistema elettrico prevede motore centrale Olieds MO1 con 80 Nm e batterie integrate da 400 Wh per un'autonomia reale di 50-60 km. Ogni modello è un esemplare unico numerato e ampiamente personalizzabile
  • Green Planet
    19 Settembre 2018
    La seconda edizione della Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica in programma a Milano a fine settembre sarà l'occasione per fare il punto sulla situazione del mercato di e-bike e ciclomotori a batterie e per avanzare proposte concrete per agevolare il settore elettrico. In esposizioni bici, scooter e moto elettriche, compresi quelli dei servizi di condivisione a zero emissioni