NOVITA' MOTOCICLISMO

Due novità per completare la gamma e-bike di Nilox

Doppio debutto con la “scossa” per la giovane azienda lombarda. Ad approdare sul mercato sono la city bike X5 che punta su maneggevolezza e prezzo competitivo e l’insolita fat bike pieghevole X5 che si pone al vertice della gamma Nilox offrendo divertimento urbano e offroad. Per entrambe i modelli il kit prevede motore nel mozzo della ruota posteriore e batterie da 288 Wh

Due novità per completare la gamma e-bike di Nilox
Sono cinque i modelli della gamma “X”
Sono due le novità di Nilox, azienda del Gruppo Esprinet attivo nel settore della tecnologia, che vanno a completare la gamma delle bici a pedalata assistita della società lombarda. La prima è la X5, una city bike dal design classico con scavalco basso e cerchi da 26”. Un modello pensato per essere maneggevole e facile da condurre dotato di motore nel mozzo posteriore e di batterie fissate dietro il tubo verticale per ottenere un’equilibrata distribuzione del peso. La capacità degli accumulatori è di 288 Wh sufficienti per pedalate elettriche fino a 55 km. A completare il kit è il display sul manubrio con i comandi e i Led luminosi ad indicare lo stato di ricarica delle batterie e quale dei tre livelli di assistenza è attivo. La Nilox X5 è venduta a 930 euro con una dotazione comprensiva, tra l’altro, di cambio a 6 velocità, portapacchi, impianto luci con Led anteriore e catena di sicurezza. Più originale nello stile è la seconda debuttante, la X4 che va a posizionarsi al vertice dell’offerta Nilox con un prezzo di 2.000 euro. Si tratta di una piccola fat bike pieghevole con cerchi da 20” e battistrada tassellati da con larghezza di 4”. L’insolita “grassa” è equipaggiata con forcella ammortizzata e doppi freni a disco, nonché con un cambio Shimano a 7 rapporti. Di serie ci sono pure le luci con Led anteriore, un mini portapacchi, piccoli parafanghi, cavalletto e lucchetto. Il kit elettrico è lo stesso della “sorella” urbana, ma con gli accumulatori inseriti all’interno del tubo orizzontale per renderli “invisibili”. La capacità è sempre di 288 Wh, ma l’autonomia scende a 45 km a causa del maggiore peso (26 kg contro 23) e dell’attrito superiore generato dalla gomme fat. Ricordiamo che gli altri modelli Nilox in gamma sono le pieghevoli X1 e X2, quest’ultima con cerchi da 16” ed entrambe con prezzi inferiori ai 700 euro, e la piccola fat bike con ruote da 20” X3 proposta a 1.500 euro.
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    15 Dicembre 2018
    La Spagna di Valencia “madre” della paella e dalle ciclabili da sogno e quella immersa nella natura vulcanica dell’isola di Lanzarote, la Sicilia barocca con le sue città Patrimonio dell’Umanità e la Cuba ricca di storia da visitare al ritmo della salsa. Per inaugurare il nuovo anno pedalando ci sono molte proposte di sicura attrattiva culturale e naturale da vivere in compagnia con altri bikers
  • Green Planet
    14 Dicembre 2018
    Il Governo tedesco ha approvato una legge che detassa le biciclette fornite dalle aziende ai propri dipendenti. Una soluzione voluta per incentivare l’uso di mezzi ecologici per recarsi al lavoro e che favorisce sia la società, sia il dipendente. L’iniziativa tedesca non è l'unica in Europa: anche Austria, Belgio, Gran Bretagna e Francia si sono impegnate su questo fronte
  • Green Planet
    12 Dicembre 2018
    E-bike leggera e con soluzioni innovative come il micro ammortizzatore posteriore, ha telaio e forcella in carbonio con cavi interni e sistema elettrico Shimano E-8000 con accumulatori montati sul tubo verticale, per ottimizzare la distribuzione dei pesi