NOVITA' MOTOCICLISMO

Caschi: la qualità si misura con le stellette

Vi siete mai chiesti "quanto" sia sicuro il vostro casco? La normativa CE dice solo se un casco è omologato oppure no. Invece il programma Sharp, creato dal Ministero dei Trasporti inglese, offre anche la valutazione della qualità globale dei caschi e attribuisce loro dei voti espressi in stellette. Ecco i risultati dei test più recenti.

Caschi: la qualità si misura con le stellette

Gli inglesi "giudicano" i caschi

Lo SHARP è un programma creato nel 2007 dal Ministero dei trasporti inglese per valutare con test indipendenti la sicurezza e la qualità globale dei caschi. All’inizio era guardato con diffidenza dai produttori: ora invece i risultati (quando sono positivi…) sono spesso segnalati nelle pubblicità degli stessi “cascari”.
 

Basta guardare le stellette

Il sistema utilizzato da Sharp per la valutazione dei caschi è semplice: si attribuiscono dei voti espressi in stellette, da una a cinque. Per il consumatore è facile valutare la qualità di un casco: più stelle ha, meglio è. L’attuale omologazione europea ECE 22/05 (senza la quale un casco non può essere messo in vendita) invece stabilisce solo i requisiti minimi di sicurezza: un casco li deve soddisfare per essere messo in vendita, ma non importa "come" ha superato i test. In realtà ci sono caschi che superano la prova senza problemi e quelli che ce la fanno a stento, ma non c’è modo di sapere quali siano. Sembra però che la futura normativa ECE 22-06 sarà anche “qualitativa”: ne parleremo presto.


 

Li comprano nei negozi

I caschi testati dallo SHARP (a proposito, la sigla sta per Safety Helmet Assessment and Rating Program, cioè "programma di valutazione e classificazione della sicurezza dei caschi") sono acquistati nei negozi come normali clienti, per evitare che qualche produttore faccia il furbo fornendo prodotti più “curati” di quelli che vanno realmente in vendita. Per offrire una valutazione complessiva, i caschi vengono sottoposti a varie prove. Per simulare diversi tipi di incidente, i caschi sono “battuti” a tre diverse velocità con urti sulla zona frontale, posteriore, sulla nuca e sui lati; si valutano impatti su superfici piane e  inclinate. Durante gli impatti viene rilevata l’energia trasmessa dal casco utilizzando la testa di un manichino (detta “fintatesta”) dotata di sensori. I risultati ottenuti permettono di attribuire le stellette della sicurezza. Qui sotto i risultati degli ultimi test realizzati da SHARP, l'intero database è consultabile direttamente sul sito.

Caberg Konda ★★★★★ € 170
Shark Race R ★★★★★ € 429
Shark Race R Pro ★★★★★ € 629
AGV Longway II ★★★★ € 169
AGV S-4V ★★★★ € 269
AGV Stealth SV ★★★★ € 309
BMW Sport ★★★★ € 464
Caberg Sintesi ★★★★ € 195
LS 2 FF358 ★★★★ € 109
LS 2 FF385 ★★★★ € 199
LS 2 FF386 ★★★★ € 130
Nolan N63 ★★★★ € 163
Shark Vision R ★★★★ € 299
HJC R-PHA 10 ★★★ € 373
Suomy Apex ★★★ € 319
Suomy D20 ★★★ € 299
LS 2 FF 384 ★★ € 599
Marushin 222 € 127

NOTIZIE CORRELATE
  • News
    09 Dicembre 2018
    MotoGP news – Dani Pedrosa aveva un contratto con Honda fino al 31 dicembre, ma già in questo 2018 potrà scendere in pista con KTM di cui è ora il collaudatore ufficiale. Lo spagnolo potrà dunque salire in sella alla moto austriaca il 18 e il 19 dicembre sul circuito di Jerez, dove vestirà i colori del nuovo team
  • News
    01 Dicembre 2018
    MotoGP news – Archiviati i due giorni di test sul circuito di Jerez, Valentino Rossi non è apparso particolarmente soddisfatto. Il Dottore, infatti, ha ammesso che con le novità portate dal Giappone non sono stati fatti grossi passi in avanti e che Yamaha, per ora, è ancora indietro rispetto alle altre case costruttrici
  • News
    30 Novembre 2018
    MotoGP news -  Dopo i test di Jerez Ducati torna a casa soddisfatta di quanto ottenuto. Danilo Petrucci, il nuovo arrivato, ha chiuso con un buon quinto tempo, mentre Andrea Dovizioso, incappato in una caduta il primo giorno, torna a casa soddisfatto del lavoro svolto