MotoGP, Quartararo: “Test positivi, ma siamo lontani sul giro secco. Ecco cosa ci manca”

MotoGP news – La Casa di Iwata ha lavorato duramente durante l’inverno ed è arrivata ai test di Sepang con nuovo materiale per Fabio Quartararo, che ha dato la sua opinione sui vari aspetti della Yamaha M1

MotoGP, Quartararo: “Test positivi, ma siamo lontani sul giro secco. Ecco cosa ci manca”

Quartararo lontano dalla vetta, ma in parte soddisfatto
Nel 2023 più volte Fabio Quartararo aveva richiamato all'ordine Yamaha, chiedendo un grosso sforzo in vista della stagione 2024. La M1 necessitava di un importante sviluppo a tutto tondo per tornare a essere una moto competitiva e in parte la Casa giapponese lo ha accontentato. Il francese ha completato i tre giorni di test a Sepang ai piedi della top 10, con il proprio miglior tempo in 1’57.525 con un ritardo pari a otto decimi dalla vetta.

Una volta slacciato il casco e tolto la tuta il Campione di MotoGP del 2021 ha raccontato: “Dobbiamo ancora migliorare il nostro ritmo sul giro secco, quindi speriamo di poter fare un passo avanti. Questo è fondamentalmente il prossimo passo da fare in vista del prossimo test e dei primi Gran Premi che ci aspettano”.

A Sepang la musica non cambia: Bagnaia e Martin imprendibili, Marquez sesto

"Contento del lavoro di Yamaha"
Guardando alle novità che ha provato ci sono aspetti positivi e altri un po’ negativi: “Il motore 2024 è migliore, così come l’aerodinamica, ma ci manca qualcosa nell’elettronica. Penso che passo dopo passo ci avvicineremo alla vetta. Il mio obiettivo è essere nelle prime due file in qualifica, tre al massimo, perché so che sul passo sono abbastanza veloce”.


Sul lavoro fatto dalla Casa ha poi ammesso ai microfoni di Sky Sport: “Yamaha sta lavorando forte e sono contento. Molto meglio rispetto all'anno scorso ma anche gli altri sono migliorati: la cosa buona è che avremo dei test anche durante la stagione. Dobbiamo fare uno step sull’aderenza e sull'elettronica per progredire sul tempo. La potenza ce l’abbiamo: ora dobbiamo riuscire a utilizzarla al meglio”.

 



NEWS MOTOGP