Joan Mir

Pilota del team Team Suzuki ECSTAR: scheda, news, foto e tutte le info

Il pilota in sintesi

Numero di gara 36
Data di nascita 1/9/1997
Nazione Spagna
Luogo di nascita Palma di Maiorca
Esordio 2019
Presenze -
Vittorie -
Pole position -
Giri più veloci -
Titoli iridati -
Podi -

 

In arrivo dalla Red Bull Rookies Cup, Joan Mir debutta in Moto3 nel 2015 sostituendo l’infortunato Hiroki Ono nel team Leopard Racing, in Australia che poi lo ingaggia per la stagione 2016 nella quale conquista due podi, una vittoria in Austria e una pole position. Nel 2017 resta sempre con gli stessi colori e domina la stagione con ben dieci vittorie e tre podi, diventando campione del mondo con due gare di anticipo. Nel 2018 approda in Moto2 con il team Marc VDS Racing e si adatta bene alla Kalex. Il risultato è un podio già alla quinta gara della stagione e una chiamata da Suzuki per il debutto in MotoGP nel 2019. Il maiorchino, dopo solo un anno in Moto2 (chiuso in sesta posizione), accetta la proposta del team ufficiale e dal 2019 fa coppia con Alex Rins nella categoria regina del Motomondiale.

PROSSIMO GP

Losail International Circuit 2020
ORARI
Venerdì 06 Marzo
FP111:40 - 12:25
FP216:00 - 16:45
Sabato 07 Marzo
FP311:15 - 12:00
FP415:20 - 15:50
Qualifiche16:00 - 16:40
Domenica 08 Marzo
Gara16:00

NEWS MOTOGP

  • La Rc213V in versione 2020 non riesce a sfruttare le nuove gomme, al box Hrc corrono ai ripari rispolverando la moto 2019. Marquez testa il prototipo campione del mondo e una versione ibrida e in extremis trova il bandolo della matassa. Basterà? La spalla dell'otto volte iridato non è ancora perfetta, ma migliora di giorno in giorno
  • La nuova creatura di Dall'Igna sfoggia un rivoluzionario sistema per abbassare meccanicamente l'assetto in pista. Dovizioso inizia a capire le nuove gomme, Petrucci e Bagnaia hanno bisogno di più tempo. La GP20 ha più motore della GP19 di Zarco e guadagna circa 5 km/h rispetto all'anno scorso
  • MotoGP news – La stagione 2020 di Aprilia è iniziata con un botta e risposta tra Aleix Espargaro e Andrea Iannone. Il pilota di Vasto aveva detto che la nuova RS GP era nata seguendo le sue indicazioni, lo spagnolo gli ha risposto con toni piuttosto bruschi