Francesco Bagnaia

Pilota del team Alma Pramac Racing: scheda, news, foto e tutte le info

Il pilota in sintesi

Numero di gara 63
Data di nascita 14/1/1997
Nazione Italia
Luogo di nascita Torino
Esordio 2019
Presenze -
Vittorie -
Pole position -
Giri più veloci -
Titoli iridati -
Podi -

 

Originario di Torino, Francesco Bagnaia ha esordito nel Motomondiale nel 2013 nella classe minore, la Moto3, e l’anno successivo è entrato a far parte della VR46 Riders Academy firmata Valentino Rossi. Tempo due anni, nel 2016 con il Mapfre Team Mahindra è costantemente davanti e con un bottino di sei podi, tra cui due vittorie, chiude la stagione in quarta posizione, salutando così la Moto3 passando in Moto2. Qui con lo Sky Racing Team VR46 Bagnaia è da subito veloce e dopo un ottimo quinto posto finale nel 2017, si presenta l’anno successivo tra i candidati al titolo. “Pecco”, che nel frattempo si è trasferito in Romagna dove si allena con gli altri piloti dell’Academy, non delude le aspettative ed è il protagonista indiscusso: con otto vittorie e altri quattro podi diventa campione del mondo di Moto2 in Malesia. Nel 2019 il debutto in MotoGP, con il team Alma Pramac Racing, a 22 anni Bagnaia fa quindi il suo ingresso nella categoria regina sulla “moto dei suoi sogni”, la Ducati, e avrà come compagno di squadra Jack Miller.

NEWS MOTOGP

  • MotoGP news – Sulla pista spagnola si è concluso anche il secondo e ultimo giorno di test per i piloti della categoria regina. In vetta alla classifica dei tempi troviamo Maverick Viñales, seguito da Fabio Quartararo e Franco Morbidelli. Valentino Rossi ha avuto alcuni problemi tecnici e ha chiuso nono
  • MotoGP news – Il tema caldo del fine settimana di Valencia è stato il ritiro di Jorge Lorenzo e il suo possibile sostituto. Tra i nomi papabili c’era quello di Johann Zarco, bocciato senza mezzi termini da Aleix Espargaro favorevole all’arrivo di Alex Marquez
  • MotoGP news – Dopo tante voci ora è ufficiale: Johann Zarco nel 2020 sarà in MotoGP con la Ducati del team Avintia Racing. Il francese ha accettato l'offerta, dopo aver ricevuto precise garanzie tecniche dal direttore sportivo Paolo Ciabatti e dal direttore generale di Ducati Corse Gigi Dall’Igna