MotoGP a Misano: vince Marquez, Rossi quarto. Classifica e calendario

MotoGP ordine d'arrivo GP di Misano – Marc Marquez beffa Fabio Quartararo all’ultimo giro e ottiene la sua settatasettesima vittoria in carriera. Completa il podio Maverick Vinales, mentre Valentino Rossi è quarto, davanti a Morbidelli e Dovizioso. Classifica Mondiale e prossima gara ad Aragon

MotoGP a Misano: vince Marquez, Rossi quarto. Classifica e calendario
Misano è di Marquez
È l’inno spagnolo a risuonare al termine della MotoGP sul circuito di Misano, grazie a Marc Marquez che ha preso la testa della gara all’ultimo giro. Il portacolori Honda ha lasciato che Fabio Quartararo conducesse tutta la gara usurando le gomme, per poi superarlo all’ultimo giro e conquistare così quella vittoria che nelle ultime due gare ha perso all’ultima curva. Per lo spagnolo è la settantasettesima vittoria in carriera e il titolo mondiale è ormai sempre più suo: sono 93 punti di vantaggio in classifica su Dovizioso. Sul terzo gradino del podio è salito Maverick Vinales, che è scattato molto bene dalla pole position ma che ha perso in fretta terreno. Dietro di lui la coppia Yamaha composta da Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Il Dottore, che partiva dalla terza fila, porta a casa un altro quarto posto, a oltre 12 secondi di ritardo dal primo. Purtroppo nessun italiano è riuscito a inserirsi nella lotta per la vittoria, anche le Ducati hanno deluso Andrea Dovizioso ha chiuso in sesta posizione, davanti a Pol Espargaro, Joan Mir e Jack Miller, mentre un opaco Danilo Petrucci completa la top 10, il ternano è scattato dalla diciassettesimo posizione ha recuperato, ma non è stato convincente. Molte le cadute: Alex Rins non ha tagliato il traguardo così come Michele Pirro, Francesco Bagnaia e i due piloti del team LCR Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami. Undicesima la KTM di Johann Zarco, che ha preceduto l'Aprilia di Aleix Espargaro, mentre Andrea Iannone, infortunato, non ha preso parte alla gara.
Cliccate qui per vedere la classifica del campionato aggiornata. Ecco il calendario 2019.


NEWS MOTOGP